1534636800<=1347580800
1534636800<=1348185600
1534636800<=1348790400
1534636800<=1349395200
1534636800<=1350000000
1534636800<=1350604800
1534636800<=1351209600
1534636800<=1351814400
1534636800<=1352419200
1534636800<=1353024000
1534636800<=1353628800
1534636800<=1354233600
1534636800<=1354838400
1534636800<=1355443200
1534636800<=1356048000
1534636800<=1356652800
1534636800<=1357257600
1534636800<=1357862400
1534636800<=1358467200
1534636800<=1359072000
1534636800<=1359676800
1534636800<=1360281600
1534636800<=1360886400
1534636800<=1361491200
1534636800<=1362096000
1534636800<=1362700800
1534636800<=1363305600
1534636800<=1363910400
1534636800<=1364515200
1534636800<=1365120000
1534636800<=1365724800
1534636800<=1303171200
1534636800<=1366934400
1534636800<=1367539200
1534636800<=1368144000
1534636800<=1368748800
1534636800<=1369353600
1534636800<=1369958400
1534636800<=1370563200
1534636800<=1371168000
1534636800<=1371772800
1534636800<=1372377600
1534636800<=1372982400
1534636800<=1373587200
1534636800<=1374192000
1534636800<=1374796800
1534636800<=1375401600
1534636800<=1376006400
1534636800<=1376611200
1534636800<=1377216000
1534636800<=1377820800
1534636800<=1378425600

Parashà di Reè: La necessità e il costo umano di sradicare il male

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

Nelle parashà è scritto: [Questo è  ciò che dovrai fare] “Se riguardo a una delle tue città che l’Eterno tuo Dio ti ha dato per abitarvi, ricevessi un rapporto che alcuni uomini scellerati tra di voi sono riusciti a sviare gli abitanti della loro città dicendo loro: “Andiamo, adoriamo altri dei per avere una nuova esperienza religiosa”. Dovrai indagare, fare un’inchiesta e interrogare per bene. Se è vero, se la cosa è esatta che una simile abominazione ha avuto luogo in mezzo a te, dovrai uccidere tutti gli abitanti di quella città a fil di spada. Distruggerai la città e tutte le proprietà […] [La città} dovrà rimanere per sempre un mucchio di rovine e non dovrà più essere ricostruita. Niente di ciò che è destinato alla distruzione dovrà rimanere in tuo possesso. L’Eterno avrà poi misericordia ti te, ritrarrà la Sua ira. Ti darà misericordia e ti moltiplicherà come ha giurato ai tuoi padri  (Devarìm, 13: 13-18). Terribile! 

Eccetto che nel Talmud babilonese (Sanhedrin, 71a), è insegnato: “R. Eli’èzer afferma: una città nella quale vi è anche una sola mezuzà non può venire condannata alla distruzione.

Leggi tutto l’articolo

Parashà di ‘Ekev: L’idolatria moderna

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

La seconda porzione dello Shemà‘ appare alla fine di questa parashà ed inizia con questa parole: “Se voi ubbidirete ai miei comandamenti, che vi comando oggi, amando l’Eterno vostro Dio e servendolo con tutto il vostro cuore e con tutta la vostra anima, [l’Eterno ha fatto questa promessa]: darò al vostro paese la sua pioggia […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


Parashà di Vaetchanàn: L’educazione è creatività per eccellenza

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

  Il passo della Torà più conosciuto, recitato due volte al giorno e quindi facilmente imparato a memoria, è lo Shemà’ dove viene insegnato che l’Eterno è uno ed unico. In questo passo viene elencata la mitzvà di insegnare la Torà ai nostri figli con queste parole: “Queste parole che io ti comando oggi devono […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


Parashà di Mass’è: La mitzvà di risiedere in Eretz Israel

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

La parashà di Mass’è è l’ultima del Sèfer Bemidbàr (Numeri). In essa è scritto che l’Eterno comandò agli israeliti di cacciare gli abitanti della terra di Cana’an, di prenderne possesso e di insediarsi in essa con queste parole: “L’Eterno parlò con Moshè nella pianura di Moav vicino al [fiume] Giordano in prossimità [della città] di […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


Parashà di Pinechàs: La ricchezza non basta per mantenere l’onore

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

  Questa parashà è la continuazione di quella precedente dove è scritto che Pinechàs, rischiando la vita, prese l’iniziativa di uccidere Zimrì, un capo della tribù di Shim’òn e la sua amante, la principessa midianita Cozbì. Il testo che descrive quello che avvenne inizia così: “Israele si accampò a Shittìm e il popolo cominciò a […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


BEN HAMETZARIM 5778-2018 Istruzioni per l’uso

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

“Così dice il Signore degli eserciti: il digiuno del quarto mese (il 17 di Tammuz) e il digiuno del quinto mese (il 9 di Av) e il digiuno del settimo mese (il digiuno di Ghedalià) e il digiuno del decimo mese (il 10 di Tevet) diverranno per la casa di Giuda fonte di gioia e […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


Parashà di Balàk: Rabbi Akivà e Bar Kokhbà

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

Balàk re di Moàv aveva ingaggiato inutilmente il mago Bil’àm affinché con le sue maledizioni gli levasse di torno quella che lui percepiva la minaccia degli israeliti. In effetti il popolo d’Israele, dopo avere sconfitto i potenti re Sichòn e ‘Og, non aveva nessuna intenzione di invadere il territorio dei moabiti seguendo gli ordini dell’Eterno […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


Parashà di Chukkàt: Perché c’è chi digiuna il venerdì della parashà di Chukkàt?

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

  La mishnà nel trattato Ta’anìt (4:6) elenca le cinque disgrazie che ebbero luogo nel mese di Tammùz: “Cinque eventi (devarìm) capitarono ai nostri padri il 17 di Tamùz. Furono rotte le prime tavole della legge [da Moshè quando vide il vitello d’oro]; il sacrificio quotidiano fu interrotto [durante l’assedio dei babilonesi]; nella città [di […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


Parashà di Koràch: Hillèl e Shammài

in: Blog/News | di: Ufficio Stampa

Kòrach era figlio di Yizhàr e nipote di Kehàt. Moshè e Aharon erano figli di ‘Amràm e nipoti di Kehàt. Moshè e Kehàt erano quindi cugini. In questa parashà è raccontato che la ribellione era nata per via di un dissidio famigliare. Rashì (Francia, 1040-1105) nel suo commento scrive: “Perché Kòrach decise di ribellarsi a […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


Gli studenti del Liceo Socrate incontrano le sorelle Bucci

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Dopo il recente episodio dei saluti romani di alcuni studenti di un liceo della capitale, la presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello ha incontrato i ragazzi del Liceo Socrate. Scopo dell’incontro di oggi quello di intraprendere con loro un dialogo costruttivo che li sensibilizzi al tema, impegno imprescindibile affinché la memoria non venga […]

Leggi tutto l'articolo nella sezione Blog/News


visualizza tutte le news   >>
Delega vendita Chametz
Pesach 5777 lista prodotti
Visita Papa Francesco in Sinagoga
Virtual Tour Itinerari ebraici italiani