1558483200<=1347580800
1558483200<=1348185600
1558483200<=1348790400
1558483200<=1349395200
1558483200<=1350000000
1558483200<=1350604800
1558483200<=1351209600
1558483200<=1351814400
1558483200<=1352419200
1558483200<=1353024000
1558483200<=1353628800
1558483200<=1354233600
1558483200<=1354838400
1558483200<=1355443200
1558483200<=1356048000
1558483200<=1356652800
1558483200<=1357257600
1558483200<=1357862400
1558483200<=1358467200
1558483200<=1359072000
1558483200<=1359676800
1558483200<=1360281600
1558483200<=1360886400
1558483200<=1361491200
1558483200<=1362096000
1558483200<=1362700800
1558483200<=1363305600
1558483200<=1363910400
1558483200<=1364515200
1558483200<=1365120000
1558483200<=1365724800
1558483200<=1303171200
1558483200<=1366934400
1558483200<=1367539200
1558483200<=1368144000
1558483200<=1368748800
1558483200<=1369353600
1558483200<=1369958400
1558483200<=1370563200
1558483200<=1371168000
1558483200<=1371772800
1558483200<=1372377600
1558483200<=1372982400
1558483200<=1373587200
1558483200<=1374192000
1558483200<=1374796800
1558483200<=1375401600
1558483200<=1376006400
1558483200<=1376611200
1558483200<=1377216000
1558483200<=1377820800
1558483200<=1378425600

Palazzo Valentini, in mostra le opere di Aldo Di Castro

in: Cultura | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

Oggi alle 17,30, a Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma, inaugurazione della mostra dedicata al pittore di religione ebraica Aldo Di Castro.

La mostra, che si tiene presso la Sala Stampa e Sala della Pace dall’8 al 25 gennaio (ingresso libero, tutti i giorni dalle ore 10 alle 19), è promossa dall’associazione culturale Aldo Di Castro, con il patrocinio di Provincia di Roma, Comunità Ebraica di Roma, Bene Berith, KKL Italia Onlus, Adei Wizo, Centro di Cultura Ebraica di Roma e rappresenta un’occasione importante di avvicinamento alle celebrazioni della Giornata della Memoria.

Un’antologica dell’autore che, ripercorrendo il percorso artistico di Aldo Di Castro, focalizza l’attenzione sulle opere a contenuto ebraico oltre che sui luoghi storici e paesaggistici di Roma e la sua provincia. Un’arte semplice, non ideale, e per questo vicina alla quotidianità quella di Di Castro; un rapporto tra luce e spazio, forma e colore che rappresenta Roma e i luoghi che la circondano e la comunità che la vive, conservando sempre, nella rappresentazione, una parte della sua anima ebraica.

La mostra, dal titolo “Il Viandante di un sogno” a cura di Georges de Canino e Cesare Terracina, compie un viaggio di straordinaria intensità per restituire l’anima a luoghi altrimenti usurati dalla quotidianità,: pensiamo al Colosseo, oppure all’Arco di Costantino, al Tempio di Adriano, alle Vittorie alate sulle torri del Vittoriano che acquistano nuova vita grazie all’intervento dell’artista. Di Castro artista ebreo, romano d’elezione, ridipinge Roma con la tecnica, la maestria e la capacità pittorica nel segno dell’armonia e dell’equilibrio restando fedele alla nostra grande tradizione pittorica. La Provincia di Roma con questa mostra partecipa a rendere la Memoria un elemento vivo, e lo fa attraverso un autore che ha sempre sostenuto il ricordo fino a lasciare per sempre un segno vivo del suo essere attraverso la sua testimonianza nel racconto registrato nel famoso documentario sulla Shoah, diretto da Steven Spielberg, tutt’oggi conservato negli archivi della Visual History Foundation “Survivors of the Shoah”.

All’evento partecipano Umberto Postiglione, commissario prefettizio della Provincia di Roma, Riccardo Di Segni, rabbino capo della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Pacifici presidente della Comunità Ebraica di Roma, Sandro Di Castro, presidente Bené Berith ed Enrico Campagnano, presidente Keren Hayesod.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , , , , ,