1492992000<=1347580800
1492992000<=1348185600
1492992000<=1348790400
1492992000<=1349395200
1492992000<=1350000000
1492992000<=1350604800
1492992000<=1351209600
1492992000<=1351814400
1492992000<=1352419200
1492992000<=1353024000
1492992000<=1353628800
1492992000<=1354233600
1492992000<=1354838400
1492992000<=1355443200
1492992000<=1356048000
1492992000<=1356652800
1492992000<=1357257600
1492992000<=1357862400
1492992000<=1358467200
1492992000<=1359072000
1492992000<=1359676800
1492992000<=1360281600
1492992000<=1360886400
1492992000<=1361491200
1492992000<=1362096000
1492992000<=1362700800
1492992000<=1363305600
1492992000<=1363910400
1492992000<=1364515200
1492992000<=1365120000
1492992000<=1365724800
1492992000<=1303171200
1492992000<=1366934400
1492992000<=1367539200
1492992000<=1368144000
1492992000<=1368748800
1492992000<=1369353600
1492992000<=1369958400
1492992000<=1370563200
1492992000<=1371168000
1492992000<=1371772800
1492992000<=1372377600
1492992000<=1372982400
1492992000<=1373587200
1492992000<=1374192000
1492992000<=1374796800
1492992000<=1375401600
1492992000<=1376006400
1492992000<=1376611200
1492992000<=1377216000
1492992000<=1377820800
1492992000<=1378425600

25 aprile aperto a tutti

in: Blog/News | di: Eleonora Pavoncello

Nessun Commento

“Condividiamo l’appello di tanti in questi giorni, sulla necessità di un 25 aprile senza divisioni. Il momento storico e le minacce che incombono impongono una seria riflessione. Per questo da parte nostra l’invito a partecipare alla manifestazione di Via Balbo di fronte alla sede della Brigata Ebraica è rivolta a tutte le associazioni, organizzazioni e cittadini che vedono nella Resistenza un elemento fondante della nostra identità. Tutti coloro che vogliono celebrare il 25 aprile con rispetto alla storia sono i benvenuti.”

Lo comunica in una nota alla stampa la Comunità Ebraica di Roma. 


25 APRILE: comunicato della Comunità Ebraica di Roma

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

Il 25 aprile, nel 72° anniversario della festa della Liberazione, la Comunità Ebraica di Roma assieme all’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane si riunirà in via Balbo, di fronte all’allora sede della Brigata Ebraica, per tornare a celebrare la liberazione d’Italia dal nazifascismo da parte delle forze partigiane e dei Paesi Alleati. La Brigata Ebraica fu un corpo militare inquadrato nell’esercito inglese composto da ebrei che vivevano nelle colonie sotto il mandato britannico nell’odierna Israele. A causa dell’impossibilità di partecipare al corteo del 25 Aprile a seguito della scelta dell’ANPI Roma di cancellare la storia e far sfilare gli eredi del Gran Mufti di Gerusalemme che si alleò con Hitler con le proprie bandiere e delle ripetute aggressioni, avvenute negli anni passati, ai danni dei rappresentanti della Brigata Ebraica, il mondo ebraico ha deciso di organizzare una propria manifestazione per onorare la storia della Resistenza italiana e del contributo ebraico alla Liberazione.

Leggi tutto l’articolo


Comunicato Rabbino Di Segni sulla sepoltura dei resti scheletrici ritrovati a Trastevere

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

Sono stati sepolti al cimitero di Prima Porta di Roma i resti scheletrici risalenti al Medio Evo e ritrovate nel “Campus Iudeorum” di Trastevere durante gli scavi per la nuova sede di Adir. Alla sepoltura ha provveduto una squadra di esperti arrivata appositamente da Israele in stretta collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma che ha permesso che i resti scheletrici venissero trasportarti e inumati nel più breve tempo possibile e nella rigida osservanza della legge ebraica. “Abbiamo avuto il merito di adempiere ad un importante precetto che insegna il grande rispetto dovuto alla vita e al corpo umano fino al suo ritorno alla polvere dalla quale è stato preso.

Lo dichiara in una nota il Rabbino Capo di Roma Riccardo di Segni.


Pesach 5777: prodotti autorizzati reperibili nei supermarcati

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Pesach

SCARICA LA LISTA DEI PRODOTTI IN FORMATO PDF

 


Balfour Zapler, il cordoglio della Comunità Ebraica di Roma

in: Blog/News | di: Eleonora Pavoncello

Nessun Commento

Si è spento ieri, 27 marzo negli Stati Uniti, Balfour Zapler che ha diretto il giornale Shalom dal 2003 al 2006. Nato a Bari nel 1930, Zapler è stato un intellettuale a tutto tondo: dopo studi in medicina, regia cinematografica, comunicazioni di massa, si laureò in Scienze politiche svolgendo attività giornalistica per varie riviste, quotidiani e programmi radiofonici in lingua inglese, spagnola, portoghese e italiana nell’area dei Caraibi e dell’America latina (Brasile e Venezuela).

Ha ricoperto numerosi incarichi fra i quali: è stato tra i fondatori della Dante Alighieri ad Haifa; Comandante dell’Unità di collegamento con la stampa estera del portavoce dell’Esercito israeliano e, nel 1982, consigliere personale per i media dell’allora Ministro della difesa Yitzhak Rabin.

Zapler dette un contributo fondamentale alla crescita di Shalom, trasformandolo in vero e proprio magazine, introducendo la storia di copertina e portando all’interno del giornale la sua grande esperienza internazionale. La Comunità Ebraica di Roma, insieme alla redazione del giornale, sono vicini ai figli e alla vedova, ai quali porgono le più sentite condoglianze.


Parashà Vaykrà: “Annulla la tua volontà di fronte alla Sua”

in: Blog/News | di: Micol Mieli

Nessun Commento

Questa parashà è la prima del terzo libro della Torà denominato Levitico, perché comprende le mitzvòt (precetti) di cui sono responsabili Kohanìm e Leviìm , che sono membri della tribù di Levi. La parashà tratta dei principali sacrifici che venivano offerti nel Bet Ha-Mikdàsh (santuario) di Gerusalemme. Il primo sacrificio è la ‘olà, che poteva essere un bovino, un ovino o un caprino o, per chi non poteva permettersi animali grossi, anche dei volatili come tortore. La parola ‘olà deriva dalla radice del verbo ‘alò che significa salire.

Leggi tutto l’articolo


La Comunità Ebraica di Roma accoglie il Rabbino Capo di Israele Rishon LeTzion, Rav Yitzchak Yosef Shlit’a

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

È stato accolto calorosamente dalla Comunità Ebraica di Roma il Rabbino Capo di Israele Rishon LeTzion, Rav Yitzchak Yosef Shlit’a. Ad accoglierlo il Rabbino Capo Riccardo Di Segni e la presidente Ruth Dureghello. Dopo aver visitato il Museo Ebraico, Rav Yosef e la delegazione dei rabbini presenti a Roma si sono poi recati al Tempio Maggiore per la preghiera e per la cerimonia.

Leggi tutto l’articolo


Parashà Vayakhèl-Pekudè: Le priorità sbagliate

in: Blog/News | di: Micol Mieli

Nessun Commento

 

Quando Moshè invitò gli israeliti a fare delle donazioni per il materiale necessario per la costruzione del Mishkàn, il Tabernacolo mobile che accompagnò gli israeliti nel deserto fino all’entrata nella Terra Promessa, la risposta fu entusiastica: “E vennero tutte le persone mosse dal proprio cuore e tutti quelli spinti dal proprio animo generoso portarono l’offerta all’Eterno per l’opera della tenda di convegno, per tutto il suo servizio e per i vestimenti sacri.  Vennero uomini e donne; quanti erano di cuor generoso portarono bracciali, orecchini, anelli, sigilli, ogni sorta di gioielli d’oro; ognuno portò qualche offerta d’oro all’Eterno (Shemòt, 35:20-21.

Leggi tutto l’articolo


Parashà Ki Tissà: Ricordati e non dimenticare quanto facesti adirare l’Eterno tuo Dio nel deserto

in: Blog/News | di: Micol Mieli

Nessun Commento

 

Nella parashà di Ki Tissà viene raccontato l’episodio del vitello d’oro e nel Deuteronomio (Devarìm, 9:7) è scritto: “Ricordati e non dimenticare quanto facesti adirare l’Eterno tuo Dio nel deserto”. Questo versetto è l’inizio di una lista di ammonizioni che continua con le parole di Moshè che dice: “Alla fine dei quaranta giorni e delle quaranta notti, l’Eterno mi diede le due tavole di pietra, le tavole dell’alleanza. Poi l’Eterno  mi disse: Scendi in fretta di qui, perché il tuo popolo, che hai fatto uscire dall’Egitto, si è traviato; presto si sono allontanati dalla via che io avevo loro indicata: si sono fatti un idolo di metallo fuso” (ibid, 11-12).

Leggi tutto l’articolo


Piero Terracina riceve la cittadinanza onoraria di Perugia

in: Blog/News | di: Eleonora Pavoncello

Nessun Commento

Piero Terracina questa mattina ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Perugia. Accompagnato da Ruth Dureghello, Presidente della Comunità ebraica di Roma, Sami Modiano, amico e compagno nella terribile esperienza del lager e Roberto Olla, giornalista e conoscitore dei temi dell’antisemitismo e della Shoah, è stato accolto dal Sindaco di Perugia Andrea Romizi, dal Presidente del Consiglio Comunale Leonardo Varasano, dal Presidente di Avis Comunale Perugia Fabrizio Rasimelli e dal Vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve Paolo Giulietti.  

Piero Terracina ha poi raccontato la sua terribile esperienza nel campo di sterminio di Auschwitz ai ragazzi delle scuole perugine presenti alla cerimonia, rispondendo alle domande di tutti. 

La cerimonia è poi proseguita presso la Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, dove il Comune gli ha conferito la pergamena attestante la cittadinanza onoraria.