1503100800<=1347580800
1503100800<=1348185600
1503100800<=1348790400
1503100800<=1349395200
1503100800<=1350000000
1503100800<=1350604800
1503100800<=1351209600
1503100800<=1351814400
1503100800<=1352419200
1503100800<=1353024000
1503100800<=1353628800
1503100800<=1354233600
1503100800<=1354838400
1503100800<=1355443200
1503100800<=1356048000
1503100800<=1356652800
1503100800<=1357257600
1503100800<=1357862400
1503100800<=1358467200
1503100800<=1359072000
1503100800<=1359676800
1503100800<=1360281600
1503100800<=1360886400
1503100800<=1361491200
1503100800<=1362096000
1503100800<=1362700800
1503100800<=1363305600
1503100800<=1363910400
1503100800<=1364515200
1503100800<=1365120000
1503100800<=1365724800
1503100800<=1303171200
1503100800<=1366934400
1503100800<=1367539200
1503100800<=1368144000
1503100800<=1368748800
1503100800<=1369353600
1503100800<=1369958400
1503100800<=1370563200
1503100800<=1371168000
1503100800<=1371772800
1503100800<=1372377600
1503100800<=1372982400
1503100800<=1373587200
1503100800<=1374192000
1503100800<=1374796800
1503100800<=1375401600
1503100800<=1376006400
1503100800<=1376611200
1503100800<=1377216000
1503100800<=1377820800
1503100800<=1378425600

Devarìm: L’arte di sapere ascoltare

in: Blog/News, Cultura, Ebraismo | di: Micol Mieli

Nessun Commento

 

Nella sua discorso di congedo, Moshè si rivolge ai dayanìm (giudici) dicendo loro: “Ascoltate le questioni che sorgeranno fra i vostri fratelli e giudicate con giustizia fra un individuo e il proprio fratello o un proselita. Non abbiate riguardi nel giudicare; porgete ascolto al piccolo come al grande, non abbiate timore degli uomini perché la giustizia appartiene a Dio. Se qualche caso fosse troppo difficile sottoponetelo a me ed io lo ascolterò” (Devarìm, 1:16-17). 

Leggi tutto l’articolo


Celebrazioni a Parigi per i 50 anni del Centro Comunitario Ebraico

in: Cultura | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

Al centro degli incontri i temi della spiritualità e della violenza nella società francese del XXI secolo

Il Centro Comunitario di Parigi apre questa sera, con un solenne evento il suo cinquantesimo anno di attività.

Nella prestigiosa sede del Grand Amphithéâtre de la Sorbonne in rue des Ecoles David de Rothschild, Presidente della Fondation pour la Mémoire de la Shoah darà il benvenuto ai numerosissimi ospiti, seguirà la prolusione di François Weil, Rettore dell’Accademia di Parigi e Cancelliere delle Università di Parigi e l’intervento di Edmond Elalouf, Presidente del Centro Comunitario. Leggi tutto l’articolo


Palazzo Valentini, in mostra le opere di Aldo Di Castro

in: Cultura | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Oggi alle 17,30, a Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma, inaugurazione della mostra dedicata al pittore di religione ebraica Aldo Di Castro.

La mostra, che si tiene presso la Sala Stampa e Sala della Pace dall’8 al 25 gennaio (ingresso libero, tutti i giorni dalle ore 10 alle 19), è promossa dall’associazione culturale Aldo Di Castro, con il patrocinio di Provincia di Roma, Comunità Ebraica di Roma, Bene Berith, KKL Italia Onlus, Adei Wizo, Centro di Cultura Ebraica di Roma e rappresenta un’occasione importante di avvicinamento alle celebrazioni della Giornata della Memoria. Leggi tutto l’articolo


Quando la letteratura si fa spettacolo, per le coscienze e per non dimenticare

in: Cultura | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

“Milano 1944, un amore” è il racconto di sentimenti schiacciati dalla violenza dei repubblichini fascisti e dei nazisti

Domenica 28 ottobre alle 16 nella Sala Carmi della Comunità di Casale Monferrato Moreno Gentili presenterà il suo libro “Milano 1944, un amore”, con Elio Carmi e alla presenza di Pia Maino, figlia dei protagonisti  del libro.

“Milano 1944, un amore” é ben lungo dall’essere un episodio confinato in una città come potrebbe fare pensare il titolo. La narrazione coinvolge infatti zone quali Como, Stresa, le montagne tra Lombardia e Piemonte fino a Bolzano, dove i protagonisti si ritrovano sempre innamorati ma soli, sottoposti a trasporti e interrogatori raccontanti in dettaglio grazie a documenti autentici consultati dall’autore.

Il libro, edito per i tipi di Skirà racconta in forma di radiodramma, una forma di narrazione particolarmente coinvolgente per il pubblico e i lettori, la vita di Guido Ucelli e di sua moglie Carla Tosi, personaggi di spicco della Milano industriale del periodo, arrestati e condotti nel carcere di san Vittore durante le fasi della Repubblica Sociale Italiana nell’estate del ’44 a causa della costituzione clandestina di un gruppo filopartigiano. Leggi tutto l’articolo


Storie di donne partigiane

in: Cultura | di: Claudia De Benedetti

2 Commenti

Uno spettacolo itinerante in Piemonte, con i racconti di una resistenza spesso dimenticata

La VI edizione della rassegna Voci e Luoghi – Guerra e Resistenza 1940-1945 – promossa dal Consiglio Regionale del Piemonte, dal Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana, dal Comitato Provinciale per la valorizzazione degli ideali della Resistenza, dei principi della Costituzione, della Democrazia, della solidarietà, della Pace e della Libertà, dalla Delegazione Piemontese dell’UNCEM vede l’Accademia dei Folli di Torino impegnata nella nuova produzione: “Io sono Partigiana”, accanto a Assemblea Teatro, Compagnia 3001 e Tékhné. Leggi tutto l’articolo


Un festival tutto dedicato alla cultura israeliana

in: Cultura | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

Si terrà a Messina dal 29 luglio al 5 agosto, con concerti, proiezioni di film e presentazione di libri

Anche in un paese come l’Italia dove nessuna persona seria si sogna di boicottare la cultura israeliana e anzi sono frequenti le apparizioni di scrittori, artisti e uomini di spettacolo israeliani, non accade spesso di vedere un festival tutto dedicato alla cultura israeliana.

Accadrà invece fra fine luglio e l’inizio di agosto a Messina, in una Sicilia di solito più sensibile alla vicinanza col mondo arabo: l’edizione 2012 dell’Horcynus Festival di Messina intitolata “Memorie e futuro: tra fili di continuità e rivoluzioni” avrà Israele come paese ospite. Leggi tutto l’articolo


Mi affascina il male per le emozioni che può suscitare

in: Cultura | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Lo spiega in una esclusiva intervista a Shalom, Fay Kellerman la famosa scrittrice americana di gialli ambientati in una comunità ebraica ortodossa. Ha inventato un nuovo genere di narrativa che è diventata best seller. L’ultimo romanzo ‘Kippur’ sarà presentato questa sera al palazzo della Cultura ebraica di Roma

Dopo ‘Bagno Rituale’, ‘Sacro e Profano’ e ‘Miele’, ‘Kippur’ è il quarto episodio della serie che vede come protagonisti la coppia formata dall’agente Peter Decker e dalla sua compagna Rina Lazarus. Questa volta troviamo i due a New York, precisamente a Boro Park, Brooklyn, dove vive una delle più grandi comunità ebraiche al mondo. Durante la festività dello Yom Kippur scompare Noam, un giovane ortodosso appartenente alla nutrita parentela della famiglia di Rina, e trovare i dispersi e i fuggitivi, guarda caso, è proprio la specialità del nostro protagonista.

Ma la faccenda non risulta affatto semplice: Peter non è certo un ortodosso e si muove difficilmente all’interno della fitta rete di legami religiosi e parentali che forma la comunità ebraica di Brooklyn e quando, dopo una serie di inutili tentativi, riesce finalmente a trovare una traccia che porta alla scomparsa del ragazzino, ecco che dovrà confrontarsi con un pazzo psicopatico che non ha niente da perdere. Leggi tutto l’articolo


Sterminio nazista dei disabili

in: Cultura | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Alla casa della Memoria di Roma in mostra documenti e fotografie, fino al 6 marzo

Attraverso documenti e fotografie la mostra In Memoriam. Aktion T4. Lo sterminio nazista delle persone con disabilità, alla Casa della Memoria e della Storia di Roma dal 17 febbraio al 6 marzo 2012, riporta all’attenzione del pubblico la tragedia delle pratiche di uccisione condotte dai nazisti sulle persone con disabilità. L’iniziativa – a cura dell’Anpi di Roma e del Lazio – racconta la storia dolorosa, ma spesso dimenticata, della soppressione scientifica dei più deboli, coloro che non rientravano nei parametri di perfezione e produttività elaborati dalla logica nazista.

Nell’allestimento – composto da 33 pannelli – l’illustrazione degli esperimenti medici condotti sui bambini, le testimonianze ed infine il dopoguerra, con il processo di Norimberga ai medici nazisti, a cui seguì il silenzio e l’indifferenza di oltre venti anni, interrotto da alcuni psichiatri di nuova generazione che sollevarono l’imbarazzante velo su questa pagina di storia. Leggi tutto l’articolo


Un libro per orientarsi sulla strada della geopolitica

in: Cultura | di: Fabio Perugia

Nessun Commento

Presentato in Israele il saggio di Giancarlo Elia Valori “Il Nuovo Mediterraneo, confine o rinascenza d’Europa”

Sbarca in Israele il libro del professor Giancarlo Elia Valori “Il Nuovo Mediterraneo, confine o rinascenza d’Europa”. Davanti a un pubblico d’eccezione, ospite nella residenza dell’ambasciatore italiano Luigi Mattiolo, martedì scorso Valori ha presentato la sua ultima fatica assieme, tra gli altri, all’ex capo di Stato Yitzhak Navon, l’ambasciatore Avi Pazner e Yossi Maiman. Al centro, gli scenari futuri del Mediterraneo alla luce delle rivolte che hanno scosso diversi Paesi arabi, e la necessità di ripensare un modello che, sotto il profilo commerciale e finanziario, sposti il baricentro dall’Europa verso il “Mare Nostrum”.

Nel testo, insignito nel 2011 del Gran Premio letterario del Consiglio mondiale panafricano, emergono le intenzione degli Stati Uniti di riconquistare un ruolo di primo piano in Africa, l’interesse dalla Russia nella correlazione economica del gas e del petrolio africano ai suoi prezzi, la crescente attenzione della Cina per il Mediterraneo e – per quanto riguarda l’Europa – la necessità di una più stretta integrazione con i Paesi della sponda Sud del Mediterraneo. Leggi tutto l’articolo


Unica città unica e indivisibile

in: Cultura | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

L’ultimo libro “A Gerusalemme” di Fiamma Nirenstein è una dichiarazione d’amore al luogo centro della spiritualità e della storia del popolo ebraico

Comprare un libro e leggerlo tutto d’un fiato in una domenica di gelo torinese. Così mi è accaduto per “A Gerusalemme” (Rizzoli editore) di Fiamma Nirenstein.

Non avevo ancora smaltito l’emozione per la visita del Sindaco di Gerusalemme Nir Barkat a Torino ed ho ritrovato, nelle parole e nei pensieri di Fiamma, la conferma, se mai ne avessi avuto necessità, di quanto meravigliosa e straordinaria sia la capitale unica e indivisibile dello Stato d’Israele.

Il libro è stato per me un’esperienza intensa in cui ho ritrovato l’amica di lunga data con la grandissima vitalità e l’indiscussa passione che la caratterizzano ma soprattutto con il desiderio di trasmettere e condividere un amore mai scontato e per nulla banale. Leggi tutto l’articolo