1560729600<=1347580800
1560729600<=1348185600
1560729600<=1348790400
1560729600<=1349395200
1560729600<=1350000000
1560729600<=1350604800
1560729600<=1351209600
1560729600<=1351814400
1560729600<=1352419200
1560729600<=1353024000
1560729600<=1353628800
1560729600<=1354233600
1560729600<=1354838400
1560729600<=1355443200
1560729600<=1356048000
1560729600<=1356652800
1560729600<=1357257600
1560729600<=1357862400
1560729600<=1358467200
1560729600<=1359072000
1560729600<=1359676800
1560729600<=1360281600
1560729600<=1360886400
1560729600<=1361491200
1560729600<=1362096000
1560729600<=1362700800
1560729600<=1363305600
1560729600<=1363910400
1560729600<=1364515200
1560729600<=1365120000
1560729600<=1365724800
1560729600<=1303171200
1560729600<=1366934400
1560729600<=1367539200
1560729600<=1368144000
1560729600<=1368748800
1560729600<=1369353600
1560729600<=1369958400
1560729600<=1370563200
1560729600<=1371168000
1560729600<=1371772800
1560729600<=1372377600
1560729600<=1372982400
1560729600<=1373587200
1560729600<=1374192000
1560729600<=1374796800
1560729600<=1375401600
1560729600<=1376006400
1560729600<=1376611200
1560729600<=1377216000
1560729600<=1377820800
1560729600<=1378425600

Ebrei argentini: vinta causa contro Google

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

L’organizzazione delle associazioni ebraiche argentine, Daia (Delegacion de associaciones israelitas argentinas) si scaglia contro Google, colpevole di aver “suggerito” agli utenti di internet di visitare 76 siti che inneggiavano all’antisemitismo, fra i quali alcuni che negavano l’Olocausto.

Un giudice di Buenos Aires ha deciso che il popolare motore di ricerca debba rimuovere i “suggerimenti”. Sempre secondo il giudice, Google non dovrà non pubblicare annunci pubblicitari su questi siti.


Shoah, Sobibor: Demjanjuk condannato a cinque anni.

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

John Demjanjuk è stato condannato a cinque anni di reclusione per complicità nell’uccisione di 27.900 ebrei nel lager nazista di Sobibor. La sentenza è arrivata esattamente a due di distanza dal suo arresto a Monaco.

Era il 12 maggio 2009 quando Demjanjuk venne espulso dagli Usa e privato della cittadinanza statunitense.

Al processo contro il 91enne hanno testimoniato molti sopravvissuti del campo di sterminio di Soribor fra cui, Jules Schelvis, il quale ha chiesto che Demjanjuk fosse solo condannato e non carcerato. “In memoria dell’umanesimo dei miei genitori, chiedo alla corte di riconoscere colpevole quest’uomo anziano, che ha già trascorso nove anni di carcere, ma di non punirlo“.


Bené Berit International ricevuto dal Papa

in: Ebraismo, Vaticano | Scritto da: Redazione

4 Commenti

Oggi la delegazione del B’nai B’rith International è stata ricevuta in visita privata da Papa Ratzinger. Delegazione che è stata guidata dal presidente Allen Jacobs, la cui parole sul Pontefice Giovanni Paolo II hanno lasciato spazio a una grande commozione,  che hanno sottolineato la necessità “di proseguire e di rafforzare il cammino e il dialogo tra mondo ebraico e cristianesimo, in una serie di passi duraturi, costanti e rispettosi delle proprie identità”.

Il rafforzamento del dialogo fra la Chiesa e Israele; l’antisemitismo dilagante che sta permeando parte dell’Europa e la metaforica protezione della religione cristiana nei paesi islamici sono stati discussione in un incontro, considerato fondamentale da entrambe le parti. Leggi tutto l’articolo


Shalom: l’ultimo numero è in uscita

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

E’ in uscita l’ultimo numero del mensile ebraico di informazione e cultura Shalom, edito dalla Comunità ebraica di Roma.

Un numero ricco di informazioni, accessibili anche via internet al sito Shalom.it, che accompagneranno il vostro approfondimento sul mondo ebraico nella sua interezza.

Anche nel giornale di maggio troverete tutto ciò che riguarda l’ebraismo romano e italiano, e tutte le notizie che hanno coinvolto lo Stato d’Israele.


Roma, Ucei: giovedì presentazione di “Misafà lesafà”

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Alcuni artisti provenienti da Germania, Russia, Ungheria, Francia, Iraq, Cisgiordania e Marocco, sono emigrati in Israele e hanno dovuto usare l’ebraico come loro “lingua madre”.

Gli artisti in questione sono i protagonisti del documentario “Misafà lesafà” (“Da una lingua all’altra”), della registra israeliana Nurith Aviv, il cui lavoro sarà proiettato giovedì alle 19.30 al centro bibliografico dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane di Roma (Lungotevere Sanzio 5). Leggi tutto l’articolo


Trento: manoscritto scagiona ebrei del 1475

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

La Biblioteca comunale di Trento ha acquistato per 45.000 euro, grazie a un lascito di Troilo Salvotti de Bindi, un manoscritto del XV secolo contenente parte degli atti dei processi celebrati contro gli ebrei, rei secondo l’accusa di omicidio rituale nel 1475 a seguito della morte del piccolo Simone, venerato come beato dai cattolici fino al 1965.

I documenti rivelano molti errori e vizi formali nel procedimento, come l’insufficienza degli indizi per procedere contro gli accusati e l’uso di testimonianze estorte con la tortura. Leggi tutto l’articolo


Wojtyla: Nessuno ha fatto tanto per gli ebrei

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Nessun Pontefice prima di Giovanni Paolo II ha stretto rapporti tanto intensi con il mondo ebraico. L’ha detto in un’intervista all’Osservatore Romano, Jack Bemporad, il rabbino che ha guidato le Comunità ebraiche in Texas, California e New Jersey.

Riguardo il viaggio di Wojtyla a Gerusalemme, il rabbino ricorda “l’immagine di un Papa fragile, che senza aiuto camminava lentamente verso il Muro per inserirvi la bellissima preghiera di perdono e riconciliazione, abbia colpito indelebilmente i cuori degli ebrei, non solo di quelli di Israele ma degli ebrei di tutto il mondo”. Leggi tutto l’articolo


Auschwitz: Zingaretti e studenti srotolano striscione

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

L’Italia unita ad Auschwitz – per non dimenticare“. E’ lo striscione di 15 metri che è stato srotolato dai 350 studenti della Provincia di Roma che, assieme ad alcuni coetanei di Pesaro e Potenza, hanno visitato il campo di AuschwitzBirkenau. Gesto con il quale gli studenti hanno voluto omaggiare le vittime della Shoah alla presenza del presidente della Provincia Nicola Zingaretti, che ha detto:

“Questa è una giornata importante, questo viaggio si colora di un atto politico. Assieme alle province di Pesaro e Potenza abbiamo voluto aprire questo striscione per non dimenticare le atrocità perpetrate in questo posto.
E’ un atto politico perché non poteva mancare la voce e il ricordo di questa immane tragedia che spesso viene messa in discussione dal silenzio. Siamo nel luogo che più di tutti nel pianeta terra deve essere il centro di una riflessione culturale importante. Il vero modo di offendere la memoria è l’indifferenza.
E l’attenzione con la quale questi studenti stanno partecipando a questo viaggio dimostra quanta voglia c’è in loro di non dimenticare”.


Anna Frank: SS che l’arrestò, divenne 007 Germania ovest

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Karl Josef Silberbauer, l’ufficiale nazista che fece arrestare Anna Frank ha lavorato durante la Guerra Fredda per i servizi segreti della Germania ovest.

A rivelarlo oggi è stato il settimanale tedesco Focus, che ha citato le ricerche effettuate dal giornalista Peter-Ferdinand Koch negli scaffali degli archivi delle SS e della Cia. Ricerche che scriveranno le pagine del libro “Enttarnt” (“Smascherato”).

Nel suo libro, Koch sostiene che furono circa 200 gli agenti di Hadolf Hitler che vennero reclutati in tempi diversi con i servizi della Germania federale (Bundesnachrichtendienst, BND).


Shoah: Pacifici e Zingaretti ad Auschwitz

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il “Viaggio della Memoria2011 si colora del tricolore italiano in occasione della ricorrenza per i 150 anni dell’Unità del Paese. L’iniziativa unisce simbolicamente l’Italia nel ricordo della Shoah domenica 10 aprile, quando 350 studenti, provenienti da 67 scuole della provincia di Roma, partiranno per visitare Auschwitz e Birkenau.

Studenti che saranno accompagnati anche dai alcuni coetanei delle province di Pesaro e Potenza. Leggi tutto l’articolo