1534204800<=1347580800
1534204800<=1348185600
1534204800<=1348790400
1534204800<=1349395200
1534204800<=1350000000
1534204800<=1350604800
1534204800<=1351209600
1534204800<=1351814400
1534204800<=1352419200
1534204800<=1353024000
1534204800<=1353628800
1534204800<=1354233600
1534204800<=1354838400
1534204800<=1355443200
1534204800<=1356048000
1534204800<=1356652800
1534204800<=1357257600
1534204800<=1357862400
1534204800<=1358467200
1534204800<=1359072000
1534204800<=1359676800
1534204800<=1360281600
1534204800<=1360886400
1534204800<=1361491200
1534204800<=1362096000
1534204800<=1362700800
1534204800<=1363305600
1534204800<=1363910400
1534204800<=1364515200
1534204800<=1365120000
1534204800<=1365724800
1534204800<=1303171200
1534204800<=1366934400
1534204800<=1367539200
1534204800<=1368144000
1534204800<=1368748800
1534204800<=1369353600
1534204800<=1369958400
1534204800<=1370563200
1534204800<=1371168000
1534204800<=1371772800
1534204800<=1372377600
1534204800<=1372982400
1534204800<=1373587200
1534204800<=1374192000
1534204800<=1374796800
1534204800<=1375401600
1534204800<=1376006400
1534204800<=1376611200
1534204800<=1377216000
1534204800<=1377820800
1534204800<=1378425600

‘’Leonard Bernstein at 100’’: presentati all’Auditorium attività e programmi

in: Cultura, Eventi, Foto gallery | di: Ufficio Stampa

Nessun Commento

 

Ieri si è tenuta all’Auditorum Parco della Musica la conferenza stampa di presentazione di ‘’Leonard Bernstein at 100’’, una serie di concerti e una mostra dedicati al compositore e direttore d’orchestra, in occasione dei cento anni dalla sua nascita organizzati dall’Accademia Nazionale Santa Cecilia. Alla presentazione dell’evento, insieme al presidente di Santa Cecilia Michele Dall’Ongaro, al direttore musicale dell’Accademia Antonio Pappano, al Ministro consigliere per la stampa e gli affari culturali dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America Gloria Barbena, è intervenuta la presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello, che ha espresso il proprio sostegno all’iniziativa, ricordando l’importante ruolo ricoperto da Bernstein nella storia della musica e il suo legame con la cultura ebraica, spesso presente nelle sue composizioni. La conferenza ha visto, inoltre, la partecipazione del compositore e musicista Nicola Piovani, vincitore del premio Oscar per le musiche del film ‘’La vita è bella’’.

 

 


Giovedì 19 maggio nuovo spettacolo in giudaico romanesco della serie “Tanto a mi ‘un me tocca”

in: Eventi | di: Eleonora Pavoncello

Nessun Commento

Giovedì 19 maggio alle ore 21.00 presso il Teatro Italia ci sarà un nuovo spettacolo in giudaico romanesco della serie “Tanto a mi ‘un me tocca” con il quarto appuntamento “L’altra parte di me: l’omosessualità”.

Seguirà talk show!

Locandina Giudaico romanesco spettacolo maggio 2016

 


Europei UNDER21: CARTELLINO ROSSO AI MOVIMENTI CONTRO ISRAELE

in: Eventi, Israele | di: Alex Zarfati

Nessun Commento

Israel-U21_2949145
Il 5 giugno, nonostante le sparute – ma insistenti – proteste da parte di qualche calciatore sfigato, di parlamentari del M5S che si documentano su Wikipedia, di qualche vescovo rintontonito dall’età e di attivisti per i diritti umani a corrente alterna, in Israele inizieranno i campionati europei Under 21 di calcio.

La UEFA, ignorando giustamente queste polemiche, non ha modificato il suo programma, contribuendo, in questo modo, a ribadire al mondo che Israele è pronta ad ospitare una manifestazione di livello mondiale senza temere confronti con altri paesi moderni, organizzati e rispettosi di ogni diritto e libertà fondamentale dell’individuo. Questo a dispetto di quello che la propaganda di estrema sinistra e fondamentalista ostinatamente si affanna a negare e a cancellare.

Nei giorni a venire qualche centro sociale, i gruppi BDS e altri scemi de noantri organizzeranno presidi a cui parteciperanno come al solito 4 gatti in cui daranno fuoco a qualche bandiera e grideranno slogan trucolenti, continuando ad ignorare volontariamente i massacri perpetrati da regimi e dittature mediorientali, africane ed asiatiche; perché questa è l’unica forma di linguaggio strabico che da sempre conoscono. Che il mondo li ignori. Che ignori coloro che cercheranno il pelo nell’uovo in Israele cercando di presentarlo ridicolmente come ordinaria amministrazione oppure inventandosi accuse di sana pianta come quando dissero che l’esercito di Gerusalemme nella guerra a Gaza aveva bombardato un campo da calcio.

Chiunque ami Israele e il caleidoscopio multicolore della gente che lo compone, avrà invece l’occasione di illustrare al mondo un paese bello, aperto, multietnico e moderno che è riuscito mirabilmente ad integrare l’innovazione con le tradizioni di una cultura ed un’identità plurimillenarie. E per smascherare l’imbecillità di certe accuse costruite in laboratorio dalle solite centrali della propaganda antioccidentale basterà leggere la lista dei convocati proprio della selezione israeliana: ci sono giovani ebrei, arabi, drusi, atleti di origine russa ed etiope. Calciatori che non sono stati suggeriti al coach Guy Luzon dal premier Netanyahu, ma che rappresentano senza artifici lo spaccato della società israeliana e della sua gioventù.

1900010_w21Negli occhi di ciascuno di quei ragazzi oltre alla voglia di divertirsi – e naturalmente di vincere – ci sarà la volontà di rivalsa da storie familiari di oppressione, di discriminazione, di immigrazione clandestina, e la rabbia di storie millenarie di miseria, di pogrom, campi profughi e alloggi miserabili. Oggi sotto la bandiera con la stella di David giocheranno tutti con eguale dignità al cospetto del mondo, e non è poca cosa se guardiamo alle polemiche italiane ancora calde su Balotelli e gli episodi di intolleranza durante il derby Lazio-Roma.

Se coloro che criticano Israele riuscissero per un attimo a scostare quel drappo rosso che hanno davanti agli occhi e fossero finalmente capaci di vedere la verità così come la vediamo noi, quante cose cambierebbero. Chi volesse rendere davvero un servizio ai rifugiati politici, ai perseguitati, a “quelli che la vita dovrebbe riservargli una seconda possibilità”, dal 5 Giugno dovrebbe gridare FORZA ISRAELE, come chiunque crede ai sogni che si possono realizzare.

Alex Zarfati

[Per correttezza, lo confesso: l’8 Giugno alle 21,30 Israele incontrerà gli azzurrini al Bloomfield Stadium di Tel Aviv, io sarò lì con un bandierone, ma a tifare per l’Italia 😉 ]

 


Israel Now – Reinventing the Future

in: Eventi | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

mostra arte israelL’arte contemporanea di Israele in mostra al museo Macro di Testaccio, dal 1° febbraio al 17 marzo

Roma ospita Israel Now – Reinventing the Future, una delle più importanti mostre d’arte contemporanea su Israele realizzate in Europa nel 2013, a cura di Micol Di Veroli. Leggi tutto l’articolo


Giorno Memoria: “Brundibar” a Roma per non dimenticare

in: Eventi, Giornata della Memoria | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Giorno Memoria: “Brundibar” a Roma per non dimenticare

Il rumore assordante di una locomotiva, a ricordare i convogli della morte in viaggio verso Auschwitz. E un’interminabile fila di bambini, che attraversa la platea con la stella di David cucita sul petto a ricordare che su quei treni salivano anche i più piccoli innocenti. Leggi tutto l’articolo


La cremazione non appartiene alla tradizione ebraica

in: Eventi | di: Giacomo Kahn

2 Commenti

Il corpo è, quasi fosse esso stesso un piccolo tempio, il contenitore dell’anima. La tradizione ebraica impone il rispetto del corpo nella sua interezza e per questa ragione l’ebraismo vieta ogni manifestazione che costituisce vilipendio a quell’immagine di Dio come già insegnato nella Genesi: vietati i tatuaggi o gli atti di lutto come graffiarsi o strappare i capelli, o atti di violenza su se stessi.

Il rispetto del corpo si accompagna anche oltre la morte con una serie di riti, fra cui la pulizia della salma. Leggi tutto l’articolo


Dai Piedi alle Orecchie

in: Eventi | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

Cinque giorni di studi biblici a Casale Monferrato, dal 27 al 31 dicembre a cura di Biblia

Casale Monferrato ospita dal 27 al 31 dicembre il prestigioso appuntamento del Corso annuale di ebraico biblico di Biblia, quest’anno imperniato sullo studio di Esodo 13,17-20,21 ed intitolato “Dai Piedi alle Orecchie”.

Biblia opera dal 1985 in Italia per promuovere e stimolare la conoscenza della Bibbia al di là delle personali convinzioni religiose e non. Tra le finalità dell’Associazione vi è l’organizzazione di seminari, ricerche, dibattiti, corsi di formazione o aggiornamento per insegnanti e operatori culturali, convegni e viaggi di studio.

La Bibbia – si dice nell’atto costitutivo – oltre che fonte costitutiva per l’ebraismo e il cristianesimo e presupposto per l’islam è componente essenziale di tutte le culture dell’occidente, sia sul piano letterario e artistico, sia su quello simbolico, sia su quello linguistico. Leggi tutto l’articolo


Celebrato il 50esimo anniversario del progetto “Giusti tra le nazioni”

in: Eventi | di: Giacomo Kahn

Nessun Commento

Cerimonia promossa dall’ambasciatore israeliano Naor Gilon, alla presenza del presidente del senato Schifani e della Camera Fini

“C’è un’ondata di antisemitismo nel mondo ma anche in Europa. In parte si tratta del vecchio antisemitismo che prova ad alzare la testa. Ma in parte si tratta di nuove forme di antisemitismo, camuffate da antisionismo. Queste nuove forme, mettono in dubbio anche la stessa legittimità dell’esistenza di Israele. Oppure lo comparano al nazismo o allo stato di apartheid”.

L’ambasciatore israeliano Naor Gilon è intervenuto così alla cerimonia di celebrazione del 50° anniversario del progetto Giusti tra le nazioni, svoltasi nella sua residenza in occasione del quarto giorno della festa di Channukà, che – alla presenza del presidente del Senato Renato Schifani e del Presidente della Camera Gianfranco Fini – ha visto la consegna di tre nuovi attestati. Leggi tutto l’articolo


Israele, sinistra, pace. La sfida degli ebrei italiani

in: Eventi | di: Daniele Toscano

Un Commento

Se ne è discusso in un recente convegno, in occasione della presentazione del libro di Matteo Di Figlia

“Israele, sinistra, pace. La sfida degli ebrei italiani”: questo il titolo scelto per il dibattito svoltosi a novembre presso il Centro Ebraico il Pitigliani di fronte ad un folto pubblico. L’occasione per intraprendere questo dibattito è stata la presentazione del libro di Matteo Di Figlia “Israele e la sinistra.

Gli Ebrei nel dibattito pubblico italiano dal 1945 a oggi” promossa da Donzelli editore e dall’Associazione Hans Jonas, il cui presidente Tobia Zevi si è impegnato nel coordinare gli interventi degli ospiti presenti. Leggi tutto l’articolo


Torna a Roma la mostra “Chi sono io” della psicoterapeuta Masal Pas Bagdadi

in: Eventi | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il mondo visto con gli occhi dei bambini

Nata nel ghetto ebraico di Damasco, Bagdadi ha raccolto 100 disegni dei bambini da 2-13 anni per illustrare lo sviluppo del identità del bambino.

I bambini attraverso i colori e le figure tracciate sul foglio esprimono le loro emozioni, la rabbia, la solitudine, la tristezza e l’amore. Leggi tutto l’articolo