1566086400<=1347580800
1566086400<=1348185600
1566086400<=1348790400
1566086400<=1349395200
1566086400<=1350000000
1566086400<=1350604800
1566086400<=1351209600
1566086400<=1351814400
1566086400<=1352419200
1566086400<=1353024000
1566086400<=1353628800
1566086400<=1354233600
1566086400<=1354838400
1566086400<=1355443200
1566086400<=1356048000
1566086400<=1356652800
1566086400<=1357257600
1566086400<=1357862400
1566086400<=1358467200
1566086400<=1359072000
1566086400<=1359676800
1566086400<=1360281600
1566086400<=1360886400
1566086400<=1361491200
1566086400<=1362096000
1566086400<=1362700800
1566086400<=1363305600
1566086400<=1363910400
1566086400<=1364515200
1566086400<=1365120000
1566086400<=1365724800
1566086400<=1303171200
1566086400<=1366934400
1566086400<=1367539200
1566086400<=1368144000
1566086400<=1368748800
1566086400<=1369353600
1566086400<=1369958400
1566086400<=1370563200
1566086400<=1371168000
1566086400<=1371772800
1566086400<=1372377600
1566086400<=1372982400
1566086400<=1373587200
1566086400<=1374192000
1566086400<=1374796800
1566086400<=1375401600
1566086400<=1376006400
1566086400<=1376611200
1566086400<=1377216000
1566086400<=1377820800
1566086400<=1378425600

Israele: ieri un altro razzo Qassam lanciato da Gaza

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Un razzo Qassam lanciato dalla Striscia di Gaza è esploso ieri a pochi chilometri da Sderot, a sud di Tel Aviv.

A riferirlo sono state fonti ufficiali dell’amministrazione locale.

Il razzo, il terzo in tre giorni caduto sul territorio israeliano, non ha fatto vittime.

Israele ritiene Hamas responsabile dei lanci di razzi e di tutti gli attacchi al confine.

Attacchi che si stanno facendo sempre più ricorrenti nonostante, almeno ufficialmente, il movimento islamico-radicale abbia dichiarato una tregua dopo l’operazione militare dello Stato ebraico Piombo Fuso.


Moussa: “Se sarò eletto non è a rischio la pace fra Egitto e Israele”

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il candidato alla presidenza dell’Egitto, Amr Moussa, ha detto che il trattato di pace con Israele non è in pericolo qualora fosse lui a succedere a Hosni Mubarak.

Come egiziani abbiamo la responsabilità di gettare le basi della pace. Non possiamo ricostruire l’Egitto adottando una politica estera avventurosa“, ha detto Moussa, secondo quanto riportato dal Jerusalem Post. Leggi tutto l’articolo


8 marzo, donne palestinesi: forte gap con gli uomini

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Per celebrare l’8 marzo, l’Ufficio centrale palestinese di statistica (Pcbs) ha fatto emergere dati interessanti sulle donne palestinesi.

Secondo questa rivelazione la partecipazione femminile alla vita politica palestinese è in aumento, ma resta limitata quella relativa ai vertici dell’Autorità Nazionale Palestinese.

Nella stanze dei bottoni dell’Anp, che comprende 22 dicasteri, le donne-ministro sono solo 5, elemento che mette in luce le difficoltà delle palestinesi a occupare posti di prestigio negli uffici pubblici. Leggi tutto l’articolo


Calcio: nazionale palestinese giocherà contro Thailandia la prima partita nel suo territorio

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Dopo la stretta di mano ideale di fine gennaio fra i rispettivi Comitati olimpici nazionali, israeliani e palestinesi hanno realizzato un altro passo decisivo verso la pace sportiva.

Passo che si traduce nella possibilità data alla nazionale olimpica palestinese di disputare la sua prima partita di calcio ufficiale nel proprio paese.

Mercoledì 9 marzo gli spalti dello stadio al-Ram, tra Gerusalemme e Ramallah, apriranno i battenti ai tifosi che potranno vedere la partita di ritorno contro la Thailandia valida per la qualificazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012.

Fino a ora le partite casalinghe delle nazionali palestinesi venivano giocate in Egitto o in Qatar. Il fatto è stato definito “storico” da Mario Pescante, vice presidente del Cio, che assieme al presidente Jacques Rogge, è riuscito ad aprire un dialogo costruttivo fra lo sport israeliano e quello palestinese.


Navi Iran: nuovo passaggio per il Canale di Suez

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Le navi militari iraniane che il 22 febbraio hanno attraversato il Canale di Suez per arrivare in Siria hanno imboccato la via del ritorno, passando nuovamente per il Canale.

L’hanno affermato fonti dell’autorità egiziana che si occupano del transito attraverso Suez. Citate dal Jerusalem Post, queste fonti hanno detto: “Le due navi iraniane sono entrate nel Canale alle 4 ora locale dall’imbocco sul Mediterraneo e viaggiano verso il Mar Rosso“. Leggi tutto l’articolo


Israele all’Unione europea: “Pericolo Islam radicale nel mondo arabo”

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Israele è preoccupato per la possibile deriva islamico-radicale che potrebbe  sconvolgere Tunisia, Egitto e Libia, dopo la caduta dei regimi autoritari nei tre paesi (anche se Gheddafi ufficialmente è ancora al governo del Stato nordafricano).

Il timore è che possano essere dirottati sul modello iraniano, di Hamas o di Hezbollah. Guardando indietro alle reazioni di fronte alla rivoluzione in Iran sul momento non si è riconosciuto il rischio e si sa cosa è successo dopo“, ha detto il vice ministro degli Esteri israeliano Danny Ayalon. Leggi tutto l’articolo


Manifestazione Striscia di Gaza: i ragazzi vogliono l’unità dei palestinesi

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Continuano le manifestazioni pacifiche a Gaza, dove oggi decine di giovani si sono riversati nelle strade per chiedere democrazia e la fine della divisione fra la Striscia e la Cisgiordania.

Su uno striscione si leggeva: “La gente vuole la fine della divisione, no alla repressione delle libertà e agli arresti politici“. Leggi tutto l’articolo


Olimpiadi Londra 2012: Iran minaccia il boicottaggio per il logo pro Israele

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Un Commento

L’Iran ha minacciato di boicottare le Olimpiadi del 2012, che si svolgeranno a Londra.

La minaccia è arrivata per bocca di Mohammad Aliabadi, presidente del Comitato olimpico iraniano, che ha scritto al numero uno del Cio, Jacques Rogge, perché secondo lui il logo rappresenterebbe la parola “Zion” (Sion) e sarebbe un riferimento a Israele: “l’uso di questa parola per il design del logo dei Giochi Olimpici e’ un atto rivoltante” che “potrebbe condizionare la presenza di alcuni Paesi ai Giochi, soprattutto dell’Iran che si distingue per il legame a valori e principi”.

Il Cio ha rimandato le accuse al mittente, sostenendo che nella geometria del logo non c’è nessuna cospirazione in favore dello Stato ebraico: “il logo di Londra 2012 rappresenta il 2012, nient’altro“.


Netanyahu: “Gheddafi? Orribile che uccida il suo popolo”

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

2 Commenti

Netanyahu-Gheddafi. Il premier israeliano ha definito “orrendo e terribile” il modo con cui il leader libico sta cercando di reprimere le proteste popolari che da giorni sono in corso nel paese nordafricano.

Io penso – ha detto il primo ministro dello Stato ebraico – che sia una cosa orrenda e terribile. Penso che sia orrendo il fatto che un regime mandi il suo esercito e le sue forze di sicurezza a sparare contro il suo popolo causando stragi deliberate”. Leggi tutto l’articolo


Israele: “Navi trasportano armi”. Iran: “Operazione di routine”

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Le due navi militari iraniane arrivate nel Mediterraneo attraverso il Canale di Suez trasporterebbero razzi di vario tipo, fucili d’assalto, munizioni e visori notturni destinati a Hezbollah.

Lo rivela il sito web del quotidiano Maariv, citando fonti governative israeliane, che hanno richiesto l’anonimato. Leggi tutto l’articolo