1558656000<=1347580800
1558656000<=1348185600
1558656000<=1348790400
1558656000<=1349395200
1558656000<=1350000000
1558656000<=1350604800
1558656000<=1351209600
1558656000<=1351814400
1558656000<=1352419200
1558656000<=1353024000
1558656000<=1353628800
1558656000<=1354233600
1558656000<=1354838400
1558656000<=1355443200
1558656000<=1356048000
1558656000<=1356652800
1558656000<=1357257600
1558656000<=1357862400
1558656000<=1358467200
1558656000<=1359072000
1558656000<=1359676800
1558656000<=1360281600
1558656000<=1360886400
1558656000<=1361491200
1558656000<=1362096000
1558656000<=1362700800
1558656000<=1363305600
1558656000<=1363910400
1558656000<=1364515200
1558656000<=1365120000
1558656000<=1365724800
1558656000<=1303171200
1558656000<=1366934400
1558656000<=1367539200
1558656000<=1368144000
1558656000<=1368748800
1558656000<=1369353600
1558656000<=1369958400
1558656000<=1370563200
1558656000<=1371168000
1558656000<=1371772800
1558656000<=1372377600
1558656000<=1372982400
1558656000<=1373587200
1558656000<=1374192000
1558656000<=1374796800
1558656000<=1375401600
1558656000<=1376006400
1558656000<=1376611200
1558656000<=1377216000
1558656000<=1377820800
1558656000<=1378425600

Giornata della Memoria: la Glocal Project organizza una mostra di arte contemporanea

in: Eventi | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Nell’ambito delle iniziative per la Giornata della Memoria, la Glocal Project Consulting organizza un evento di arte contemporanea. Ecco il comunicato stampa dell’iniziativa:

Giovedì 13 gennaio 2011 alle ore 18:30 inaugura presso l’ Ex Gil di Roma (Largo Ascianghi 5) la mostra collettiva Acthung! Achtung!, evento di arte contemporanea, organizzato dalla Glocal Project Consulting a cura di Micol Di  Veroli e Barbara Collevecchio. Attraverso la carica creativa di 21 artisti sarà resa oggettiva la condivisione universale e sociale del dramma dell’Olocausto. Leggi tutto l’articolo


Gaza: protesta dei ragazzi contro Hamas, Israele, Fatah, Onu e Usa

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Hamas fottuto. Israele fottuto. Fatah Fottuto. Onu fottuta. Usa fottuti”. E’ il monito lanciato su internet da alcuni giovani di Gaza per “rompere il muro di silenzio” che secondo loro avvolge la Striscia.

I ragazzi sono convinti che il loro futuro sia appeso a un filo: “Noi, giovani di Gaza, siamo stufi di Israele, di Hamas, della occupazione, delle violazioni dei nostri diritti civili, della indifferenza della comunità internazionale”. Leggi tutto l’articolo


Nucleare Iran, Dagan: “Se condizioni rimangono queste non prima del 2015”

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Nucleare Iran. Secondo il capo uscente del Mossad, Meir Dagan, la Repubblica islamica non disporrà di un ordigno atomico prima del 2015, a patto che le attuali pressioni internazionali rimangano inalterate.

L’ex direttore del servizio d’intelligence sostiene che Israele potrebbe intraprendere una campagna militare contro il paese degli Ayatollah “solo se si trovasse con una spada al collo”. A riferirlo è il quotidiano Yediot Ahronot, che riporta i quattro punti di Dagan sulla difesa dello Stato ebraico.

  1. Il cospicuo numero di razzi in possesso degli Hezbollah,
  2. Il negoziato di pace con la Siria, a cui chiedere un disarmo degli Hezbollah e l’annullamento del patto di difesa con l’Iran,
  3. I rapporti con l’Egitto
  4. Il rischio che l’armamento nucleare del Pakistan possa finire nelle mani dei fondamentalisti islamici.

Documentario Sant’Egidio Auschwitz-Birkenau: in onda domenica su Rai1

in: Blog/News, Cultura | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Documentario Sant’Egidio Auschwitz-Birkenau. Andrà in onda domenica prossima su Ra1 alle ore 23.30 “Segni di pace ad Auschwitz (in un giorno di sole)“, il pelligrinaggio interreligioso promosso dalla Comunità di Sant’Egidio e realizzato da Mario Marazziti e Roberto Olla.

Il campo di sterminio-concentramento viene presentato dagli autori nelle letture di un vescovo cattolico, il biblista e presidente di Commissione Cei Ambrogio Spreafico, del rabbino capo David Rosen, direttore dell’American Jewish Comittee, e dello studioso musulmano Hassan Hanafi, dell’Universita’ del Cairo. Il documentario si basa su filmati russi e sugli quelli degli archivi di Washington poco conosciuti al pubblico italiano. Leggi tutto l’articolo


Nuovo capo Mossad: Dagan lascia la direzione a Pardo

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Nuovo capo Mossad. Il servizio di intelligence d’Israele cambia leadership e passa dalla guida di Meir Dagan a quella di Tamir Pardo. Dagan lascia dopo 8 anni di direzione e 43 anni complessivi al servizio dello Stato.

Ecco cosa scrive di lui Ron Bergman, esperto dei servizi segreti del paese, sul giornale israeliano Yedioth Aharonoth: ”Dagan ha guidato il Mossad ad una serie di successi straordinari che hanno colpito duramente il ‘Fronte radicale’: Iran, Hezbollah, Siria, Hamas e Jihad islamica”.

Bergaman sottolinea la bravura di Dagan, che aveva trovato un Mossad compassato e pigro e l’ha trasformato in un servizio “col coltello fra i denti“, come da richiesta dell’allora primo ministro Ariel Sharon. Elogio unamime quello all’ormai ex capo del Mossad.

Dopo i complimenti ricevuti dal premier Benyamin Netanyahu, ecco l’encomio del ministro della Difesa Ehud Barak: ”Dagan ha impresso una svolta senza precedenti nel temperamento operativo del servizio, nella sua fantasia e ardire, in particolare nella disponibilita’ a prendere iniziative e ad assumerne la responsabilita. Meir puoi essere fiero del tuo operato”.


Wikileaks: “Israele nel 2009 si preparava a una guerra su larga scala”

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Wikileaks-Israele. Secondo il sito internet alla fine del 2009 lo Stato ebraico era pronto “a una guerra su larga scala” in Medio Oriente, probabilmente contro Hamas e Hezbollah.

La notizia, riportata da alcuni giornali scandinavi, riferisce di un incontro, citato in un documento dell’ambasciata americana a Tel Aviv, fra una delegazione del congresso americano e il capo di stato maggiore israeliano, Gabi Ashkenazi. Leggi tutto l’articolo


Israele: inventato un Bancomat per decifrare la spiritualità

in: Israele | Scritto da: Redazione

Un Commento

Una carta di credito per “decifrazioni spirituali”. E’ stata inventata in un centro studi religiosi di Safed, in Galilea (nord d’Israele) da Eyas Ris, secondo cui lo speciale Bancomat “racchiude quattromila anni di saggezza”.

Il costo del bizzarro apparecchio, che mira a coniugare il misticismo dei cabbalisti alle tecnologia, è di 120 shekel, una cifra che si aggira sui 25 euro. Leggi tutto l’articolo


Memorial Settimia Spizzichino, Alemanno: “Finanzieremo questa o una futura edizione”

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

In seguito alle polemiche per il mancato finanziamento al Memorial Settimia Spizzichino, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno ha contattato telefonicamente Carla Di Veroli, assessore al Municipio XI e nipote dell’ex deportata, sottolineando “la disponibilità delle risorse del Gabinetto per finanziare questa o una futura edizione della manifestazione Pedalando nella memoria – Memorial Settimia Spizzichino”.

Il primo cittadino della Capitale, inoltre, si è scusato con la signora Di Veroli “per il disguido della propria segreteria che non gli ha consentito di conoscere in tempo questa vicenda“.


Shoah: Regione e Provincia negano fondi al Memorial Settimia Spizzichino

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il quotidiano La Repubblica ha raccolto questa mattina lo sfogo di Carla Di Veroli, assessore del Municipio XI, veste ricoperta nella sua vita pubblica.

In una di quelle private la signora Di Veroli è la nipote di Settimia Spizzichino, una delle poche persone a tornare viva dai lager nazisti. Sulle colonne del giornale fondato da Eugenio Scalfari, l’assessore esprime tutta la sua delusione:

Il Campidoglio ci ha negato i 10 mila euro necessari per il Memorial Settimia Spizzichino. La Regione non ha neppure risposto alla nostra richiesta, ma l’evento si svolger ugualmente, con fondi del Municipio IX e della Provincia. Non vogliamo smettere di ricordare questa donna straordinaria, tornata da Auschwitz e Bergen Belsen dov’era sopravvissuta alla barbarie nazista. Nei campi di sterminio aveva perso la madre, due sorelle, il fratello e una nipotina di due anni. Mia zia è morta nel 2000. Dal 2005 si svolge questa pedalata collettiva che parte dalla piazzetta di Villa Lazzaroni, passa per i luoghi della memoria della città, compresi le Fosse Ardeatine e via Tasso, per arrivare a largo 16 ottobre 1943.

L’amarezza e la delusione della rappresentante del Municipio XI potrebbero sfociare in vie legali: “Sto per rivolgermi a un avvocato per vedere se possibile diffidare la Polverini e l’assessore Laura Marsilio dal nominare in pubblico il nome di mia zia”.


UGEI: il nuovo presidente è Daniele Regard

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il 1 gennaio 2011, si è insediato il nuovo Consiglio direttivo dell’Unione Giovani Ebrei d’Italia, con presidente Daniele Massimo Regard, 24 anni, romano”. Così recita una nota dell’UGEI, l’Unione Giovani Ebrei d’Italia. Le due vicepresidenze sono state rispettivamente affidate a Benedetto Sacerdoti (Padova) e Davide Lascar (Firenze).

Il neopresidente si augura che il rapporto fra la sua associazione e le altre istituzioni ebraiche italiane e straniere possa continuare a rinsaldarsi: “Il buono stato di salute dell’ebraismo italiano di oggi coincide sempre più, necessariamente, con la rinnovata sensibilità, l’interesse, l’impegno e la attenta promozione delle varie realtà giovanili, tanto a livello nazionale che nelle singole comunità”.

“Come giovane italiano condivido, assieme a tutto il Consiglio UGEI, l’opinione illustre espressa dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – aggiunge Regard – a proposito di un investimento continuo e potente a favore delle giovani generazioni, ringraziandolo di cuore”.