1568678400<=1347580800
1568678400<=1348185600
1568678400<=1348790400
1568678400<=1349395200
1568678400<=1350000000
1568678400<=1350604800
1568678400<=1351209600
1568678400<=1351814400
1568678400<=1352419200
1568678400<=1353024000
1568678400<=1353628800
1568678400<=1354233600
1568678400<=1354838400
1568678400<=1355443200
1568678400<=1356048000
1568678400<=1356652800
1568678400<=1357257600
1568678400<=1357862400
1568678400<=1358467200
1568678400<=1359072000
1568678400<=1359676800
1568678400<=1360281600
1568678400<=1360886400
1568678400<=1361491200
1568678400<=1362096000
1568678400<=1362700800
1568678400<=1363305600
1568678400<=1363910400
1568678400<=1364515200
1568678400<=1365120000
1568678400<=1365724800
1568678400<=1303171200
1568678400<=1366934400
1568678400<=1367539200
1568678400<=1368144000
1568678400<=1368748800
1568678400<=1369353600
1568678400<=1369958400
1568678400<=1370563200
1568678400<=1371168000
1568678400<=1371772800
1568678400<=1372377600
1568678400<=1372982400
1568678400<=1373587200
1568678400<=1374192000
1568678400<=1374796800
1568678400<=1375401600
1568678400<=1376006400
1568678400<=1376611200
1568678400<=1377216000
1568678400<=1377820800
1568678400<=1378425600

Israele: nel 2010 il terrorismo palestinese ha toccato livelli minimi

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Nell’ultimo decennio, quello che sta per terminare è stato l’anno in cui il terrorismo palestinese, contro obiettivi israeliani, ha toccato il livello più basso. Lo annuncia lo Shin Bet, il servizio di sicurezza dello Stato ebraico, che in un rapporto diffuso attraverso la stampa locale, rivela che nel 2010 nove israeliani sono stati uccisi dai palestinesi, rispetto ai quindici del 2009. Oltre a quello dei decessi è calato sensibilmente anche il numero dei feriti, che passa dai 28 di quest’anno ai 234 dell’anno passato.

Un altro dato tranquillizzante è quello relativo agli attentati suicidi sul suolo israeliano, che negli ultimi due anni non sono mai avvenuti. Lo Shin Bet, però, punta l’indice contro la Striscia di Gaza, da cui nell’anno in corso sono stati lanciati 150 razzi verso Israele. Il servizio di sicurezza sottolinea che un notevole traffico di armi “parte dall’Iran, passa dal Sudan e dal Sinai” per arrivare a Gaza dove negli ultimi dodici mesi sono entrati “per lo piu’ ordigni capaci di colpire a 20-40 chilometri di distanza”.


Scritte antisemite sui muri di una scuola a Sanremo

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Frasi antisemite e scritte con insulti contro le forze dell’ordine sono state scritte la notte scorsa sui muri della scuola cattolica “Mater Misericordiae” a Sanremo, in via Roma. La firma è “Matutia 1904, Ultras liberi”, realizzata con uno spray e blu e azzurro, che sembrerebbe rimandare a un gruppo di tifosi della squadra di calcio della città ligure.

Usiamo il condizionale, perché è al vaglio degli inquirenti la possibilità che si tratti di un tentativo per gettare fango su questo gruppo di sostenitori della Sanremese. Gli investigatori hanno invitato un’indagine per gettare luce sull’accaduto e capire chi siano stati gli esecutori materiali e, eventualmente, gli organizzatori di questo brutto gesto.


Furto scritta Auschwitz: due anni e mezzo di carcere per l’ideatore

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Furto scritta Auschwitz Arbeit macht frei” (il lavoro rende liberi). E’ stato condannato a due anni e mezzo di reclusione l’ex neonazista svedese Anders Hoegstroem, che aveva organizzato e commissionato il furto (fatto materialmente da cinque ragazzi polacchi immediatamente arrestati) della scritta che campeggiava sul campo di sterminio di Auschwitz. Il reo-confesso “sconterà la sua pena in patria in virtù di un accordo con la magistratura svedese”, spiega un portavoce del tribunale di Cracovia.


Israele: scoperto giacimento gas naturale del valore di 45 miliardi di dollari

in: Israele | Scritto da: Redazione

Un Commento

Israele-gas naturale. Esiste la concreta possibilità che lo Stato ebraico oltre a soddisfare interamente il suo fabbisogno energetico, diventi, fra diversi anni, un paese esportatore di gas.

Questo grazie al Leviatan, un giacimento di gas naturale di ben 453 miliardi di metri cubi, per un valore stimato in almeno 45 miliardi di dollari, scoperto da un consorzio di imprese a largo di Haifa.

Leggi tutto l’articolo


IPhone-Muro del Pianto: un’applicazione permette la “visita”

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

IPhone-Muro del Pianto. Gli utenti dell’Apple iPhone ora hanno la possibilità di “visitare” virtualmente il luogo sacro di Gerusalemme grazie a una applicazione sviluppata dalla fondazione israeliana che gestisce il sito, che permette di collegarsi a uno streaming in tempo reale.

Ma non solo perché l’applet permette di inviare e-mail da inserire nelle pietre de Kotel ed è dotato di una bussola che consente di pregare verso la Capitale religiosa d’Israele. La trasmissione, ovviamente, non è consentita durante lo Shabbat e nelle ricorrenze religiose.


Wikileaks, ADL: “Su web teorie anti-Israele”

in: Anti-Semitismo, Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Israele ha giocato un ruolo fondamentale della vicenda Wikileaks e ha “stretto un patto” con Julian Assange per non svelare i segreti che potrebbero metterlo in difficoltà. C’è di più, il fondatore del sito sarebbe una “spia” dello Stato ebraico. E’ l’ennesima teoria sul “complotto giudaico”, che in questi giorni sta proliferando su Internet.

Leggi tutto l’articolo


Anp, riconoscimento stato palestinese: a gennaio la richiesta all’Onu

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

E’ ormai prossima la richiesta della leadership dell’Anp di riconoscere uno Stato palestinese indipendente al Consiglio di sicurezza della Nazioni Unite. Ad annunciarlo è il capo dei negoziatori palestinesi Saeb Erekat, che da Gerico, in Cisgiordania, precisa che sarà chiesto il riconoscimento nei Territori occupati da Israele nel 1967.

Il 2 ottobre scorso, giorno in cui sono falliti i colloqui di pace diretti con lo Stato ebraico, i dirigenti palestinesi, che chiedevano come precondizione per la ripresa dei negoziati il congelamento della costruzione di nuovi insediamenti, avevano avvertito di voler considerare “altre opzioni diplomatiche”. Altre opzioni diplomatiche che si tramutano oggi nelle parole di Erekat “siamo aspettando che la Bosnia assuma la presidenza del Consiglio di sicurezza” per la richiesta formale e “il governo israeliano è testimone di un isolamento internazionale che non ha mai subito in passato. E questo e’ dovuto agli sforzi esercitati dalla leadership palestinese e dal presidente Mahmoud Abbas”. Leggi tutto l’articolo


Ricerca Mar Morto: sotto il fondo per scoprire i segreti della Terra

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Una equipe di ricercatori internazionali guidata dall’Università di Tel Aviv è al lavoro per prelevare campioni di sedimenti fino a 500 metri sotto il fondo del Mar Morto. Gli studiosi si aspettano di trovare un “archivio” naturale, che sia la cartina di tornasole della storia geologica e climatica della Terra negli ultimi 500 mila anni. “Ci proponiamo di ottenere una documentazione completa in una risoluzione senza precedenti, a intervalli di un anno”, spiegano i ricercatori che aggiungono: “I sedimenti forniranno un archivio delle condizioni ambientali che esistevano nella zona”. Lo studio rappresenta un viaggio nel passato e mira a conoscere non solo la storia del pianeta, ma anche svelare con esattezza i suoi cambiamenti strutturali e climatici.


Atac: sospensione per Bianco

in: Anti-Semitismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Sospensione Bianco. L’ex Nar e ora dipendente Atac è stato sospeso dall’azienda del trasporto pubblico di Roma, dopo che ieri sul suo profilo Facebook aveva insultato gli ebrei e il presidente della nostra Comunità Riccardo Pacifici.  L’Agenzia del trasporto autoferrotranviario del Comune fa sapere che “si è proceduto alla modifica delle policy aziendali di utilizzo di internet, limitando ulteriormente le possibilità di accesso“.

Ecco il comunicato con il quale l’Atac rende nota la sospensione dell’ex terrorista:

Con riferimento alle notizie recentemente apparse sugli organi di stampa, in merito all’improprio utilizzo dei sistemi informatici aziendali per lanciare messaggi dal contenuto inaccettabile mediante social network, l’azienda informa che in data odierna, ad esito dei riscontri sin qui emersi, si è provveduto a sospendere, con effetto immediato, il dipendente Francesco Bianco, autore del comportamento non conforme, in via cautelativa ed in attesa delle risultanze degli ulteriori accertamenti in corso.


Avi Cohen: Israele piange la morte del calciatore

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il calcio israeliano e non solo piange per la scomparsa di Avi Cohen, morto a causa delle ferite alla testa riportate in seguito a un incidente motociclistico, avvenuto la settimana passata a Tel Aviv. Cohen è stato il calciatore più rappresentativo di Israele negli Anni 70 e 80 ed è stato il primo a giocare in Premier League, il massimo campionato inglese, dove con la maglia del Liverpool vinse un campionato nella stagione 1979/80. Leggi tutto l’articolo