1493424000<=1347580800
1493424000<=1348185600
1493424000<=1348790400
1493424000<=1349395200
1493424000<=1350000000
1493424000<=1350604800
1493424000<=1351209600
1493424000<=1351814400
1493424000<=1352419200
1493424000<=1353024000
1493424000<=1353628800
1493424000<=1354233600
1493424000<=1354838400
1493424000<=1355443200
1493424000<=1356048000
1493424000<=1356652800
1493424000<=1357257600
1493424000<=1357862400
1493424000<=1358467200
1493424000<=1359072000
1493424000<=1359676800
1493424000<=1360281600
1493424000<=1360886400
1493424000<=1361491200
1493424000<=1362096000
1493424000<=1362700800
1493424000<=1363305600
1493424000<=1363910400
1493424000<=1364515200
1493424000<=1365120000
1493424000<=1365724800
1493424000<=1303171200
1493424000<=1366934400
1493424000<=1367539200
1493424000<=1368144000
1493424000<=1368748800
1493424000<=1369353600
1493424000<=1369958400
1493424000<=1370563200
1493424000<=1371168000
1493424000<=1371772800
1493424000<=1372377600
1493424000<=1372982400
1493424000<=1373587200
1493424000<=1374192000
1493424000<=1374796800
1493424000<=1375401600
1493424000<=1376006400
1493424000<=1376611200
1493424000<=1377216000
1493424000<=1377820800
1493424000<=1378425600

La conversione all’Ebraismo

L’ebraismo ortodosso è riluttante ad accettare le conversioni all’ebraismo per due motivi principali:

1. Non è necessario essere ebrei per ottenere la salvezza e i premi del mondo futuro, è sufficiente seguire le 7 regole noachidi.

2. Chi entra nell’ebraismo deve accettare la disciplina dell’osservanza religiosa senza alcuna riserva, e ciò rappresenta un impegno gravoso (tanto più nel nostro ambiente), difficile da valutare e da mantenere nel tempo. L’ingresso nell’ebraismo deve comportare una rivoluzione radicale nei modi di pensare, di agire, di relazioni sociali e familiari; in molti casi la richiesta di conversioni viene rifiutata perché non è giusto che vengano interrotti rapporti familiari preesistenti procurando sofferenze affettive a terzi (come genitori, coniugi, figli).

In altri casi, non rari, gli ostacoli a un impegno di osservanza possono provenire proprio dal potenziale partner ebreo. Se invece esistono i presupposti per un processo maturo e sereno, il candidato deve sapere che si deve impegnare in un iter complesso, sciogliendo molte riserve che dipendono dalle sue origini, della sua educazione e dal suo ambiente; nessuno gli chiede di farlo, ma se vuole entrare le condizioni sono queste.

Gli impegni principali di fede e comportamento che si richiedono nel processo di avvicinamento e di integrazione possono essere così riassunti:

  1. Monoteismo assoluto secondo la visione ebraica senza alcun sincretismo.
  2. Osservanza globale delle Mizvot come prescritte dai codici classici dell’ebraismo, senza riserve.
  3. Studio della Torah, dei suoi commenti e delle sue regole.
  4. Identificazione con la sorte del popolo ebraico.
  5. Familiarità con la lingua ebraica.
  6. Partecipazione alla vita comunitaria.
  7. Formazione di una famiglia ebraica.
  8. Scelta di una guida rabbinica alle cui direttive attenersi.
  9. Quando sarà ricostruito il Beth hamiqdash (presto ai nostri giorni) il gher completerà il suo processo di integrazione offrendo un sacrificio.

Clicca qui per saperne di più sulla conversione degli adulti

Clicca qui per saperne di più sulla conversione di minori


Per ulteriori informazioni:

Ufficio Rabbinico: 06 68400651/2

ghiur@romaebraica.it

Tag:, , , ,


Delega vendita Chametz
Pesach 5777 lista prodotti
Visita Papa Francesco in Sinagoga
Virtual Tour Itinerari ebraici italiani