1540080000<=1347580800
1540080000<=1348185600
1540080000<=1348790400
1540080000<=1349395200
1540080000<=1350000000
1540080000<=1350604800
1540080000<=1351209600
1540080000<=1351814400
1540080000<=1352419200
1540080000<=1353024000
1540080000<=1353628800
1540080000<=1354233600
1540080000<=1354838400
1540080000<=1355443200
1540080000<=1356048000
1540080000<=1356652800
1540080000<=1357257600
1540080000<=1357862400
1540080000<=1358467200
1540080000<=1359072000
1540080000<=1359676800
1540080000<=1360281600
1540080000<=1360886400
1540080000<=1361491200
1540080000<=1362096000
1540080000<=1362700800
1540080000<=1363305600
1540080000<=1363910400
1540080000<=1364515200
1540080000<=1365120000
1540080000<=1365724800
1540080000<=1303171200
1540080000<=1366934400
1540080000<=1367539200
1540080000<=1368144000
1540080000<=1368748800
1540080000<=1369353600
1540080000<=1369958400
1540080000<=1370563200
1540080000<=1371168000
1540080000<=1371772800
1540080000<=1372377600
1540080000<=1372982400
1540080000<=1373587200
1540080000<=1374192000
1540080000<=1374796800
1540080000<=1375401600
1540080000<=1376006400
1540080000<=1376611200
1540080000<=1377216000
1540080000<=1377820800
1540080000<=1378425600

Shoah, Equality: “Gelmini intervenga sulla professoressa di Milano”

in: Giornata della Memoria | Pubblicato da: Redazione

12 Commenti

E’ incredibile la notizia che viene dal Liceo Linguistico Manzoni di Milano dove la docente Barbara Albertoni che insegna filosofia e storia contesta le celebrazioni per la Giornata della Memoria e ritiene che il ‘mito dell’Olocausto‘ sia una ‘risorsa politica’ per accrescere ‘il senso di colpa dell’Occidente’, rendendo ‘intoccabili’ gli ebrei“. A dirlo è Aurelio Mancuso, presidente di Equality Italia.

Il massimo esponente della rete traversale per i diritti civili continua:

“Per dare sfogo alle sue apprendiamo anche che la stessa prof cura un suo personalissimo blog in cui si fa chiamare Cloro dove ci sono una raccolta di decine e decine di post intrisi di antisemitismo e di insulti verso alcune personalità ebraiche italiane. Ma come si fa a negare la storia? Come si fa a negare l’Olocausto?
E’ difficile poter comprendere come chi è deputato all’istruzione e all’educazione dei giovani possa avanzare e avallare tesi e teorie che non hanno fondamento nella realtà dei fatti tragici avvenuti nel secolo scorso. Questa docente dovrebbe lei stesse andare a scuola di storia del ‘900. Capirebbe così che le sue ardite tesi si scontrano con la realtà storica e offendono la memoria non solo degli ebrei.
La libertà di espressione è sacrosanta, ma l’apologia del nazifascismo e dell’antisemitismo che passa attraverso la cultura negazionista dell’Olocausto è di per sé un reato. Reato contro la verità storica che meriterebbe sanzioni ad hoc. C’è da chiedersi cosa ne pensa il Ministro dell’Istruzione Gelmini e quali provvedimenti si prenderanno a tutela degli studenti. Per noi provvedimenti urgenti. Il Ministro intervenga”.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , , , , , ,