1555804800<=1347580800
1555804800<=1348185600
1555804800<=1348790400
1555804800<=1349395200
1555804800<=1350000000
1555804800<=1350604800
1555804800<=1351209600
1555804800<=1351814400
1555804800<=1352419200
1555804800<=1353024000
1555804800<=1353628800
1555804800<=1354233600
1555804800<=1354838400
1555804800<=1355443200
1555804800<=1356048000
1555804800<=1356652800
1555804800<=1357257600
1555804800<=1357862400
1555804800<=1358467200
1555804800<=1359072000
1555804800<=1359676800
1555804800<=1360281600
1555804800<=1360886400
1555804800<=1361491200
1555804800<=1362096000
1555804800<=1362700800
1555804800<=1363305600
1555804800<=1363910400
1555804800<=1364515200
1555804800<=1365120000
1555804800<=1365724800
1555804800<=1303171200
1555804800<=1366934400
1555804800<=1367539200
1555804800<=1368144000
1555804800<=1368748800
1555804800<=1369353600
1555804800<=1369958400
1555804800<=1370563200
1555804800<=1371168000
1555804800<=1371772800
1555804800<=1372377600
1555804800<=1372982400
1555804800<=1373587200
1555804800<=1374192000
1555804800<=1374796800
1555804800<=1375401600
1555804800<=1376006400
1555804800<=1376611200
1555804800<=1377216000
1555804800<=1377820800
1555804800<=1378425600

Haftara di Mishpatim

in: Blog/News | Pubblicato da: Ufficio Stampa

Nessun Commento

Nella parasha di Mishpatim la Tora tratta l’argomento del servo ebreo. Uno dei casi in cui un ebreo diventa servo occorre quando un israelita deruba il prossimo e non e’ piu’ in grado di restituire la refurtiva. In questo caso il tribunale ne vende i servizi a un possidente che lo acquista per un prezzo sufficiente a pagare il debito e che lo mette al lavoro. Il servo lavora per un massimo di sei anni dopodiche’ deve essere lasciato libero.

Nella Haftara, il profeta Geremia lamenta il fatto che molti possidenti non liberavano i servi come prescritto nella Tora. Questo argomento e’ nel capitolo 34 di Geremia dal versetto 8 fino al versetto 22 alla fine del capitolo Qui si conclude l’argomento dei servi ebrei non liberati. Questo capitolo termina con la profezia che per via di questo peccato la citta’ di Gerusalemme sara messa a fuoco e la regione di Giuda rimarra’ desolata.

Per non terminare la lettura delle Haftara in “malo modo” gli ashkenaziti aggiungono due versetti dalla fine del capitolo precedente.
L’uso degli italiani e’ invece di continuare la lettura con il capitolo 35 che segue.

Nel Pentateuco stampato dalla casa editrice di rav Elia Benamozegh e soci nel 1854, alla fine del capitolo 34 appaiono le seguenti istruzioni
in ebraico: ” E si ritorna indietro e si dicono questi due versetti alla fine del capitolo 33″. Dopo questi versetti vi sono le istruzioni per gli italiani: “E gli italiani non indietreggiano, ma vanno avanti e dicono…”(testo istruzioni allegato)

Dal momento che queste istruzioni furono scritte da rav Benamozegh in pieno periodo risorgimentale, suggeriamo che queste istruzioni nascondono un messaggio diverso: “Gli Austriaci (ashkenaziti) si ritirano … ma gli Italiani non indietreggiano ma vanno avanti”.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS