1558483200<=1347580800
1558483200<=1348185600
1558483200<=1348790400
1558483200<=1349395200
1558483200<=1350000000
1558483200<=1350604800
1558483200<=1351209600
1558483200<=1351814400
1558483200<=1352419200
1558483200<=1353024000
1558483200<=1353628800
1558483200<=1354233600
1558483200<=1354838400
1558483200<=1355443200
1558483200<=1356048000
1558483200<=1356652800
1558483200<=1357257600
1558483200<=1357862400
1558483200<=1358467200
1558483200<=1359072000
1558483200<=1359676800
1558483200<=1360281600
1558483200<=1360886400
1558483200<=1361491200
1558483200<=1362096000
1558483200<=1362700800
1558483200<=1363305600
1558483200<=1363910400
1558483200<=1364515200
1558483200<=1365120000
1558483200<=1365724800
1558483200<=1303171200
1558483200<=1366934400
1558483200<=1367539200
1558483200<=1368144000
1558483200<=1368748800
1558483200<=1369353600
1558483200<=1369958400
1558483200<=1370563200
1558483200<=1371168000
1558483200<=1371772800
1558483200<=1372377600
1558483200<=1372982400
1558483200<=1373587200
1558483200<=1374192000
1558483200<=1374796800
1558483200<=1375401600
1558483200<=1376006400
1558483200<=1376611200
1558483200<=1377216000
1558483200<=1377820800
1558483200<=1378425600

I media caduti nella trappola di Hamas

in: Blog/News | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

Lo spiega l’ambasciatore israeliano negli Stati Uniti

I media internazionali si sono fatti “manipolare” da Hamas. Lo scrive oggi sul Washington Post l’ambasciatore israeliano a Washington, Michael Oren.

“Hamas sa che non può distruggerci militarmente, ma pensa di poterlo fare attraverso i media”, scrive l’ambasciatore, che accusa il movimento islamico di cercare “di uccidere il maggior numero di civili palestinesi mentre usa la propria popolazione come scudi umani”.

“Cosa fa più titolo?”, si chiede l’ambasciatore, gli 8mila missili lanciati dai palestinesi contro Israele dopo il ritiro di quest’ultimo da Gaza nel 2005, il “42,5% dei bambini israeliani vicini al confine con Gaza che soffrono di stress post traumatico, oppure le immagini ad alta risoluzione degli edifici bombardati a Gaza e le storie di palestinesi dolenti?”.

Hamas ha una strategia militare, “ma anche una strategia dei media: il suo scopo è dipingere gli sforzi d’Israele per minimizzare le vittime civili a Gaza come spari indiscriminati su donne e bambini, di trasformare gli atti di autodifesa israeliani in crimini di guerra”, afferma Oren. Che accusa anche Hamas di aver fornito ai media foto di presunte vittime di bombardamenti israeliani, che in realtà sono bambini vittime di Hamas stesso o delle forze siriane. Quanto alla “sproporzione” fra le vittime delle due parti, che viene usata per caratterizzare la risposta militare di Israele, Oren ricorda che da parte israeliana vi e’ stato un forte investimento nella difesa della propria popolazione civile.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , ,