1508371200<=1347580800
1508371200<=1348185600
1508371200<=1348790400
1508371200<=1349395200
1508371200<=1350000000
1508371200<=1350604800
1508371200<=1351209600
1508371200<=1351814400
1508371200<=1352419200
1508371200<=1353024000
1508371200<=1353628800
1508371200<=1354233600
1508371200<=1354838400
1508371200<=1355443200
1508371200<=1356048000
1508371200<=1356652800
1508371200<=1357257600
1508371200<=1357862400
1508371200<=1358467200
1508371200<=1359072000
1508371200<=1359676800
1508371200<=1360281600
1508371200<=1360886400
1508371200<=1361491200
1508371200<=1362096000
1508371200<=1362700800
1508371200<=1363305600
1508371200<=1363910400
1508371200<=1364515200
1508371200<=1365120000
1508371200<=1365724800
1508371200<=1303171200
1508371200<=1366934400
1508371200<=1367539200
1508371200<=1368144000
1508371200<=1368748800
1508371200<=1369353600
1508371200<=1369958400
1508371200<=1370563200
1508371200<=1371168000
1508371200<=1371772800
1508371200<=1372377600
1508371200<=1372982400
1508371200<=1373587200
1508371200<=1374192000
1508371200<=1374796800
1508371200<=1375401600
1508371200<=1376006400
1508371200<=1376611200
1508371200<=1377216000
1508371200<=1377820800
1508371200<=1378425600

Il Csm incontra la Comunità Ebraica per il Giorno della Memoria

in: Blog/News | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

Il ricordo di un giovane magistrato, Mario Finzi, morto a soli 31 anni a Birkenau e la cui carriera fu stroncata dalle leggi razziali. A lui il vicepresidente del Csm ha voluto dedicare un pensiero nella celebrazione del Giorno della Memoria a margine del plenum a cui ha partecipato una delegazione della Comunità Ebraica di Roma guidata dalla presidente Ruth Dureghello. “Il suo nome- ha detto il vicepresidente Legnini- è particolarmente legato a quello dei ragazzi di Nonantola, la località in provincia di Modena dove Finzi riuscì a trovare rifugio per un centinaio di orfani ebrei provenienti dalla Germania e dai Balcani. Dopo l’8 settembre, procurò ai ragazzi di Nonantola le carte d’identità false per farli espatriare in Svizzera: in questo modo si salvarono tutti tranne uno, ammalato, che venne catturato e morì ad Auschwitz”. Un intervento sentito e toccante a cui è seguito quello di Ruth Dureghello che ha ringraziato il Csm che per la prima volta ha scelto di commemorare il Giorno della Memoria in questa maniera. “Questo incontro rappresenta una tappa importante nel percorso della memoria. Molti magistrati ebrei come Ugo Foa, allora presidente della Comunita’ Israelitica di Roma furono esclusi dalla vita pubblica. Il lavoro di oggi ci ricorda invece come la magistratura sia uno strumento essenziale per garantire giustizia e diritti.”

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: