1558483200<=1347580800
1558483200<=1348185600
1558483200<=1348790400
1558483200<=1349395200
1558483200<=1350000000
1558483200<=1350604800
1558483200<=1351209600
1558483200<=1351814400
1558483200<=1352419200
1558483200<=1353024000
1558483200<=1353628800
1558483200<=1354233600
1558483200<=1354838400
1558483200<=1355443200
1558483200<=1356048000
1558483200<=1356652800
1558483200<=1357257600
1558483200<=1357862400
1558483200<=1358467200
1558483200<=1359072000
1558483200<=1359676800
1558483200<=1360281600
1558483200<=1360886400
1558483200<=1361491200
1558483200<=1362096000
1558483200<=1362700800
1558483200<=1363305600
1558483200<=1363910400
1558483200<=1364515200
1558483200<=1365120000
1558483200<=1365724800
1558483200<=1303171200
1558483200<=1366934400
1558483200<=1367539200
1558483200<=1368144000
1558483200<=1368748800
1558483200<=1369353600
1558483200<=1369958400
1558483200<=1370563200
1558483200<=1371168000
1558483200<=1371772800
1558483200<=1372377600
1558483200<=1372982400
1558483200<=1373587200
1558483200<=1374192000
1558483200<=1374796800
1558483200<=1375401600
1558483200<=1376006400
1558483200<=1376611200
1558483200<=1377216000
1558483200<=1377820800
1558483200<=1378425600

Inaugurato il nuovo tempio di Monteverde “Beth Michael”

in: Foto gallery | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

Alla cerimonia di apposizione della mezuzà ha partecipato il presidente della Provincia Nicola Zingaretti

L’ultimo atto ufficiale dell’amministrazione della Provincia di Roma, guidata dal presidente Nicola Zingaretti, è stata la partecipazione alla inaugurazione ufficiale della nuova sede della sinagoga nel quartiere di Monteverde a Roma.

Alla cerimonia – coordinata dall’assessore della Comunità Ruben Della Rocca e svoltasi lo scorso giovedì e a cui hanno partecipato circa 40 persone anche di fede non ebraica residenti nel quartiere – erano presenti il presidente della Provincia Zingaretti, il presidente del XVI Municipio Fabio Bellini, il presidente della Comunità Riccardo Pacifici, l’ex presidente Leone Paserman, il manigh del Tempio Gady Piperno e numerosi rabbanim della comunità.

“Con questo tempio – ha sottolineato Ruben – la Comunità ebraica si apre alla cittadinanza, e lo fa ricordando in perpetuo il nome di Michael Gay Taché (vittima di due anni dell’attentato alla sinagoga maggiore del 1982) al cui nome è dedicato il nuovo tempio di Monteverde”.

“E’ doveroso ringraziare – ha ricordato Piperno – il precedente presidente della Provincia, Enrico Gasbarra, che dette avvio alla procedura che ha portato oggi alla inaugurazione di questo locale datoci un uso dalla Provincia”.

“Questa struttura – ha quindi spiegato Riccardo Pacifici – non sarà solo un luogo di culto, ma accoglierà strutture, servizi, una casa famiglia, un luogo di ascolto e aiuto per le fasce più deboli e ritrovo per bambini. E’ un luogo che servirà non solo ad avvicinare i cosiddetti ebrei lontani, offriremo la forza della nostra etica, dei nostri valori al servizio dell’intero quartiere”.

E’ toccato quindi concludere i brevi discorsi al presidente Zingaretti. “Questa – ha spiegato – è una serata indimenticabile per molte ragioni. E’ innanzitutto l’ultimo anno del mio mandato, un lavoro che ho svolto grazie ad una straordinaria squadra di collaboratori. Da politico poi sono felice di dare ufficialmente l’apertura a questa struttura perché è il segnale di una città ricca di differenze che arricchiscono tutti, cosciente che le diversità non devono fare paura. Terzo ragione, in qualità di amministratore, sono felice di partecipare alla felicità degli ebrei romani, orgogliosamente ebrei, ma anche orgogliosamente romani. Infine, c’è anche un aspetto personale che mi emoziona. Settanta anni fa, a poche decine di metri da questo luogo, in via Felice Cavallotti mia madre sfuggiva alle persecuzioni nazi-fasciste, trovando rifugio in un convento di suore. E questo non può che spingere ad affermare noi abbiamo vinto e il disegno di sterminio e di barbarie dei nazisti è sconfitto”.

Al termine – accompagnati dal coro di una delle classi della scuola elementare ebraica – è stata affissa la mezuzà sullo stipite della porta di ingresso del tempio, i cui lavoro sono stati diretti dall’architetto Vittorio Pavoncello, su progetto degli ingegneri Cesare Veneziani e Bruno Anav.

(Foto di Ariel Nacamulli)

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , , ,