1560643200<=1347580800
1560643200<=1348185600
1560643200<=1348790400
1560643200<=1349395200
1560643200<=1350000000
1560643200<=1350604800
1560643200<=1351209600
1560643200<=1351814400
1560643200<=1352419200
1560643200<=1353024000
1560643200<=1353628800
1560643200<=1354233600
1560643200<=1354838400
1560643200<=1355443200
1560643200<=1356048000
1560643200<=1356652800
1560643200<=1357257600
1560643200<=1357862400
1560643200<=1358467200
1560643200<=1359072000
1560643200<=1359676800
1560643200<=1360281600
1560643200<=1360886400
1560643200<=1361491200
1560643200<=1362096000
1560643200<=1362700800
1560643200<=1363305600
1560643200<=1363910400
1560643200<=1364515200
1560643200<=1365120000
1560643200<=1365724800
1560643200<=1303171200
1560643200<=1366934400
1560643200<=1367539200
1560643200<=1368144000
1560643200<=1368748800
1560643200<=1369353600
1560643200<=1369958400
1560643200<=1370563200
1560643200<=1371168000
1560643200<=1371772800
1560643200<=1372377600
1560643200<=1372982400
1560643200<=1373587200
1560643200<=1374192000
1560643200<=1374796800
1560643200<=1375401600
1560643200<=1376006400
1560643200<=1376611200
1560643200<=1377216000
1560643200<=1377820800
1560643200<=1378425600

Israele sotto attacco degli hacker

in: Israele | Pubblicato da: Redazione

Un Commento

La guerra cibernetica entra nel conflitto israeliano-palestinese. Un gruppo di hacker ha attaccato i siti della Borsa di Tel Aviv e della compagnia aerea israeliana El Al, mettendoli fuori uso. L’incursione informatica è stata accolta con soddisfazione da Hamas.

Gli hacker sono un segno della creatività araba nell’escogitare nuove forme di resistenza araba e islamica all’occupazione israeliana“, ha commentato il portavoce di Hamas, Sami Abu Zuhri, durante una conferenza nella Striscia di Gaza.

Un portavoce della Borsa israeliana, Idit Yaaron, ha confermato l’attacco hacker, pur precisando che il sistema delle contrattazioni è separato dal sito web e, pertanto, funziona “senza problemi“. Quanto al sito della El Al, è stato momentaneamente reso inaccessibile.

Questa mattina un pirata informatico saudita – che si fa chiamare OxOmar – aveva preannunciato il duplice attacco hacker. Si tratta probabilmente della stessa persona che, lo scorso 3 gennaio, affermò di aver pubblicato online i dati di 400mila carte di credito possedute da israeliani.

La scorsa settimana OxOmar aveva esortato gli hacker musulmani e arabi nel mondo a fare la guerra a Israele. L’invito era stato subito accolto da un gruppo di pirati informatici con base a Gaza, che avevano attaccato il sito del viceministro degli Esteri israeliano, Danny Ayalon, e quello dei Servizi dei vigili del fuoco e di salvataggio.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , , , , , ,