1493424000<=1347580800
1493424000<=1348185600
1493424000<=1348790400
1493424000<=1349395200
1493424000<=1350000000
1493424000<=1350604800
1493424000<=1351209600
1493424000<=1351814400
1493424000<=1352419200
1493424000<=1353024000
1493424000<=1353628800
1493424000<=1354233600
1493424000<=1354838400
1493424000<=1355443200
1493424000<=1356048000
1493424000<=1356652800
1493424000<=1357257600
1493424000<=1357862400
1493424000<=1358467200
1493424000<=1359072000
1493424000<=1359676800
1493424000<=1360281600
1493424000<=1360886400
1493424000<=1361491200
1493424000<=1362096000
1493424000<=1362700800
1493424000<=1363305600
1493424000<=1363910400
1493424000<=1364515200
1493424000<=1365120000
1493424000<=1365724800
1493424000<=1303171200
1493424000<=1366934400
1493424000<=1367539200
1493424000<=1368144000
1493424000<=1368748800
1493424000<=1369353600
1493424000<=1369958400
1493424000<=1370563200
1493424000<=1371168000
1493424000<=1371772800
1493424000<=1372377600
1493424000<=1372982400
1493424000<=1373587200
1493424000<=1374192000
1493424000<=1374796800
1493424000<=1375401600
1493424000<=1376006400
1493424000<=1376611200
1493424000<=1377216000
1493424000<=1377820800
1493424000<=1378425600

Lag Ba’Omer

Lag Ba’Omer è una ricorrenza che cade nel 33esimo giorno del conteggio dell’Omer, che inizia la seconda notte di Pesach e termina a Shavuot. Questo periodo, a causa delle tragedie che colpirono il popolo ebraico fra i due pellegrinaggi, è diventato sinonimo di lutto. In particolare si ricorda la morte dei 24 mila studenti di Rabbì Akivà dovuta a un’epidemia diffusasi nel II secolo d.c.

Durante l’Omer sono proibite alcune azioni: come tagliarsi i capelli e celebrare matrimoni. A Lag Ba’Omer si usa interrompere il periodo di lutto. Secondo la tradizione, si ricorda anche la nascita e la morte di Rabbì Shimon bar Yochai (Rashbi), a cui viene attribuito lo Zohar. Ci si può tagliare i capelli, farsi la barba e, secondo alcuni usi, si possono celebrare matrimoni. Non si dice Tachannun. Si usa studiare lo Zohar, fare gite e accendere fuochi all’aperto.

Consuetudini

Fuochi e falò – Lag Ba’Omer è diventata la festa dei fuochi. Si dice in memoria di Rashbi o in ricordo dei fuochi accesi dai ribelli per comunicare fra di loro. Nei giorni precedenti alla festa, è compito dei bambini raccogliere pezzi di legno, che durante la vigilia verranno usati per accendere un grande fuoco.

Tag:, , , , , , , ,


Delega vendita Chametz
Pesach 5777 lista prodotti
Visita Papa Francesco in Sinagoga
Virtual Tour Itinerari ebraici italiani