1568505600<=1347580800
1568505600<=1348185600
1568505600<=1348790400
1568505600<=1349395200
1568505600<=1350000000
1568505600<=1350604800
1568505600<=1351209600
1568505600<=1351814400
1568505600<=1352419200
1568505600<=1353024000
1568505600<=1353628800
1568505600<=1354233600
1568505600<=1354838400
1568505600<=1355443200
1568505600<=1356048000
1568505600<=1356652800
1568505600<=1357257600
1568505600<=1357862400
1568505600<=1358467200
1568505600<=1359072000
1568505600<=1359676800
1568505600<=1360281600
1568505600<=1360886400
1568505600<=1361491200
1568505600<=1362096000
1568505600<=1362700800
1568505600<=1363305600
1568505600<=1363910400
1568505600<=1364515200
1568505600<=1365120000
1568505600<=1365724800
1568505600<=1303171200
1568505600<=1366934400
1568505600<=1367539200
1568505600<=1368144000
1568505600<=1368748800
1568505600<=1369353600
1568505600<=1369958400
1568505600<=1370563200
1568505600<=1371168000
1568505600<=1371772800
1568505600<=1372377600
1568505600<=1372982400
1568505600<=1373587200
1568505600<=1374192000
1568505600<=1374796800
1568505600<=1375401600
1568505600<=1376006400
1568505600<=1376611200
1568505600<=1377216000
1568505600<=1377820800
1568505600<=1378425600

Il premier Mario Monti ha visitato la Sinagoga di Roma

in: Eventi, Foto gallery | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

Ad accoglierlo i sopravvissuti alla Shoà

Ieri nell’ambito delle celebrazione per il 69° anniversario che ricorda la deportazione dei 1024 ebrei romani, il Presidente del Consiglio, Mario Monti – accompagnato dai ministri per l’Integrazione e la Cooperazione internazionale Andrea Riccardi, della Giustizia Paola Severino, e della Coesione territoriale Fabrizio Barca – ha fatto visita alla Comunità ebraica. E’ stato un incontro speciale sia per l’intesità delle parole espresse, sia per la presenza degli ultimi sopravvissuti alla Shoà che il presidente Monti ha voluto conoscere uno per uno, in un incontro riservato tenutosi nei locali del Tempio Spagnolo.

“Sappiamo – ha sottolineato Monti, parlando successivamente in Largo 16 Ottobre dove era giunta la fiaccolata silenziosa organizzata dalla Comunità ebraica e dalla Comunità di sant’Egidio – che l’antisemitismo non è definitivamente debellato in Europa, come mostrano i recenti eventi di Tolosa. Io voglio dire alla comunità ebraica che non vi lasceremo soli nemmeno di fronte al revisionismo e alla minimizzazione della Shoah. Siamo a sostenere le iniziative legislative all’esame del Parlamento contro il negazionismo”“La memoria – ha proseguito – e’ il modo per custodire il presente e costruire il passato. Per questo vorrei rivolgere un pensiero a Shlomo Venezia che da poco ci ha lasciato”.

“Fare memoria della persecuzione razzista vuol dire anche combattere ogni forma di antisemitismo e di razzismo e lavorare perche’ tutte le minoranze siano protette. L’Italia e’ un grande Paese, a volte lo si dimentica, e come grande Paese deve essere in grado di garantire una vita dignitosa a tutti. Oggi allora e’ l’occasione per rilanciare un patto di convivenza, un patto di integrazione, sulla base delle liberta’ democratiche e dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione”.

“Purtroppo la crisi economica rischia di avere ricadute anche sulla convivenza civile: puo’ far sorgere e sta facendo sorgere la tentazione di chiusure, di esclusioni, spesso le spinte xenofobe che vediamo emergere in alcuni movimenti politici europei od ostilita’ diffusa verso i rom”. “Facciamo nostre le parole di Primo Levi: ‘chi nega Auschwitz e’ pronto a rifarlo'”

Come ha ricordato Marco Impagliazzo, presidente della Comunita’ di Sant’Egidio: “E’ la prima volta che un presidente del Consiglio partecipa a questa manifestazione”, che ha visto la partecipazione del presidente dell’Unione delle Comunita’ ebraiche italiane, Renzo Gattegna e del rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni, alla presenza del sindaco Alemanno, del presidente della Provincia Nicola Zingaretti e dell’Assessore Regionale Mariella Zezza.

La deportazione degli ebrei è una tragedia che non deve piu’ ripetersi anche perche’, ha affermato il presidente della Comunita’ ebraica romana, Riccardo Pacifici, “noi ebrei non ci fermeremo, non abbiamo paura e non chineremo mai piu’ la testa, consapevoli – ha concluso – di avere a nostro fianco tutte le istituzioni, come testimonia anche la presenza qui oggi del premier Mario Monti“.

Foto: di S. MELONI

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS