1563321600<=1347580800
1563321600<=1348185600
1563321600<=1348790400
1563321600<=1349395200
1563321600<=1350000000
1563321600<=1350604800
1563321600<=1351209600
1563321600<=1351814400
1563321600<=1352419200
1563321600<=1353024000
1563321600<=1353628800
1563321600<=1354233600
1563321600<=1354838400
1563321600<=1355443200
1563321600<=1356048000
1563321600<=1356652800
1563321600<=1357257600
1563321600<=1357862400
1563321600<=1358467200
1563321600<=1359072000
1563321600<=1359676800
1563321600<=1360281600
1563321600<=1360886400
1563321600<=1361491200
1563321600<=1362096000
1563321600<=1362700800
1563321600<=1363305600
1563321600<=1363910400
1563321600<=1364515200
1563321600<=1365120000
1563321600<=1365724800
1563321600<=1303171200
1563321600<=1366934400
1563321600<=1367539200
1563321600<=1368144000
1563321600<=1368748800
1563321600<=1369353600
1563321600<=1369958400
1563321600<=1370563200
1563321600<=1371168000
1563321600<=1371772800
1563321600<=1372377600
1563321600<=1372982400
1563321600<=1373587200
1563321600<=1374192000
1563321600<=1374796800
1563321600<=1375401600
1563321600<=1376006400
1563321600<=1376611200
1563321600<=1377216000
1563321600<=1377820800
1563321600<=1378425600

Nirenstein: “Le navi iraniane sono un pericolo”

in: Medioriente | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

Secondo Fiamma Nirenstein il passaggio nel Mediterraneo delle due navi iraniane, che all’alba hanno attraversato il Canale di Suez, è “una grave provocazione, un gravissimo pericolo”.

La vice presidente Commissione Esteri commenta così all’ADNKRONOS l’episodio che Israele ha definito “una provocazione”.

Sull’interrogazione parlamentare promossa da Alessandro Ruben (Fli), al ministro degli Esteri sui rischi di destabilizzazione dell’area e per i militari italiani impegnati nella regione, la Nirenstein ha detto:

Credo che Ruben abbia ragione, è una preoccupazione importante, anche per i nostri militari che sono in quell’area un autentico rivolgimento geopolitico e strategico: sarebbe la prima volta che l’Egitto consente a navi iraniane di arrivare nel mediterraneo.
E’ evidente l’intenzione di provocare una reazione, almeno psicologica, israeliana. Poi vi è il rischio di una consegna di armi a Hezbollah.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , , , , ,