1563321600<=1347580800
1563321600<=1348185600
1563321600<=1348790400
1563321600<=1349395200
1563321600<=1350000000
1563321600<=1350604800
1563321600<=1351209600
1563321600<=1351814400
1563321600<=1352419200
1563321600<=1353024000
1563321600<=1353628800
1563321600<=1354233600
1563321600<=1354838400
1563321600<=1355443200
1563321600<=1356048000
1563321600<=1356652800
1563321600<=1357257600
1563321600<=1357862400
1563321600<=1358467200
1563321600<=1359072000
1563321600<=1359676800
1563321600<=1360281600
1563321600<=1360886400
1563321600<=1361491200
1563321600<=1362096000
1563321600<=1362700800
1563321600<=1363305600
1563321600<=1363910400
1563321600<=1364515200
1563321600<=1365120000
1563321600<=1365724800
1563321600<=1303171200
1563321600<=1366934400
1563321600<=1367539200
1563321600<=1368144000
1563321600<=1368748800
1563321600<=1369353600
1563321600<=1369958400
1563321600<=1370563200
1563321600<=1371168000
1563321600<=1371772800
1563321600<=1372377600
1563321600<=1372982400
1563321600<=1373587200
1563321600<=1374192000
1563321600<=1374796800
1563321600<=1375401600
1563321600<=1376006400
1563321600<=1376611200
1563321600<=1377216000
1563321600<=1377820800
1563321600<=1378425600

Minaccia nucleare iraniana: per Netanyahu servono “sanzioni militari”

in: Medioriente | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

sito-nucleare-di-NatanzNegli scorsi giorni l’Iran ha installato centrifughe di nuova generazione nella centrale di Natanz

La comunità internazionale deve far capire all’Iran che rischia “sanzioni militari” se continuerà a perseguire il suo programma nucleare.

Lo ha detto oggi il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu, ricevendo a Gerusalemme il ministro degli Esteri dello Sri Lanka, G.L. Paris.

“L’Iran continua a sfidare la comunità internazionale e non sembra che stia cercando di fermare il suo programma nucleare bellico -ha affermato Netanyahu- ritengo che la comunità internazionale debba rafforzare le sanzioni e chiarire che, se l’Iran continua con il suo programma, vi saranno sanzioni militari”. “Penso che vi possano essere altri mezzi che possano far si’ che l’Iran ascolti le richieste della comunità internazionale”, ha aggiunto Netanyahu, senza spiegare cosa si intenda per sanzioni militari.

Netanyahu ha rilasciato queste dichiarazioni dopo la conclusione in Kazakhstan di un incontro sui progetti atomici di Teheran fra esponenti iraniani e i rappresentanti del ‘5+1’, ossia i cinque Paesi membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite più la Germania. Un incontro che non ha prodotto alcun risultato per fermare il nucleare militare dell’Iran.

Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), l’Iran ha installato per la prima volta lo scorso 6 febbraio – si legge nel rapporto – nella centrale di Natanz delle centrifughe IR-2M, più avanzate delle IR-1.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , ,