1563321600<=1347580800
1563321600<=1348185600
1563321600<=1348790400
1563321600<=1349395200
1563321600<=1350000000
1563321600<=1350604800
1563321600<=1351209600
1563321600<=1351814400
1563321600<=1352419200
1563321600<=1353024000
1563321600<=1353628800
1563321600<=1354233600
1563321600<=1354838400
1563321600<=1355443200
1563321600<=1356048000
1563321600<=1356652800
1563321600<=1357257600
1563321600<=1357862400
1563321600<=1358467200
1563321600<=1359072000
1563321600<=1359676800
1563321600<=1360281600
1563321600<=1360886400
1563321600<=1361491200
1563321600<=1362096000
1563321600<=1362700800
1563321600<=1363305600
1563321600<=1363910400
1563321600<=1364515200
1563321600<=1365120000
1563321600<=1365724800
1563321600<=1303171200
1563321600<=1366934400
1563321600<=1367539200
1563321600<=1368144000
1563321600<=1368748800
1563321600<=1369353600
1563321600<=1369958400
1563321600<=1370563200
1563321600<=1371168000
1563321600<=1371772800
1563321600<=1372377600
1563321600<=1372982400
1563321600<=1373587200
1563321600<=1374192000
1563321600<=1374796800
1563321600<=1375401600
1563321600<=1376006400
1563321600<=1376611200
1563321600<=1377216000
1563321600<=1377820800
1563321600<=1378425600

Quegli europei anestetizzati dalla paura di uno strike

in: Blog/News | Pubblicato da: Angelo Pezzana

2 Commenti

La minaccia di cancellare Israele, espressa dai dirigenti politici dell’Iran, non preoccupa l’occidente che teme solo la reazione preventiva dello Stato ebraico“Fate l’amore, non la guerra”, nostalgia del ’68? Joan Baez e Bob Dylan? No, più semplicemente un messaggio via internet inviato da dei buontemponi israeliani che volevano dire al popolo iraniano che Israele non ce l’ha con loro, con l’immagine di una coppia che si bacia teneramente, lui con in mano, ben visibile, un passaporto israeliano e lei uno iraniano.

Bella scoperta, c’era forse qualcuno che avesse mai pensato che gli israeliani odiassero gli iraniani? Ma quando mai? Nemmeno dopo ogni dichiarazione di Khamenei/Ahmadinejad di cancellare Israele dalle carte geografiche grazie all’aiuto di una bomba nucleare, nessuno, dico nessuno, in Israele, dal governo sino all’ultimo cittadino non ce l’ha mai avuta contro il popolo iraniano, anzi, in gran parte vittima di quello spietato regime, quindi, semmai, solidarietà.

Altra cosa è eliminare i centri dove si fabbrica l’arma nucleare, un’azione che dovrebbe trovare l’accordo di coloro che in Iran non ne possono più di essere oppressi dal signor Ahmadinejad. In Europa, dove va di moda di nuovo il pacifismo a senso unico, si guarda ad un probabile strike preventivo con grande preoccupazione, con il risultato che la minaccia di cancellare Israele passa in secondo piano. Chi si preoccupa sono quindi gli israeliani, con l’eccezione dei buontemponi di cui sopra. Talmente preoccupati che il 65% vorrebbe un attacco preventivo ai siti nucleari prima che la bomba nucleare sia pronta. Ce l’ha rivelato nei giorni scorsi un sondaggio di Haaretz – avete letto bene, Haaretz – per cui, vista la fonte, è probabile che il numero possa essere anche più alto. Ma anche così, analizziamolo bene, per capire cosa ci chiedono a noi, anestetizzati europei, magari ci chiedono di smetterla di pensare al prezzo della benzina – tanto aumenta anche senza lo strike! – e di preoccuparsi quel tanto che basta di quella manciata di milioni di israeliani che vivono sotto la minaccia dello sterminio. Cominciamo a dire a voce alta quello che pensiamo?

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: ,