1560643200<=1347580800
1560643200<=1348185600
1560643200<=1348790400
1560643200<=1349395200
1560643200<=1350000000
1560643200<=1350604800
1560643200<=1351209600
1560643200<=1351814400
1560643200<=1352419200
1560643200<=1353024000
1560643200<=1353628800
1560643200<=1354233600
1560643200<=1354838400
1560643200<=1355443200
1560643200<=1356048000
1560643200<=1356652800
1560643200<=1357257600
1560643200<=1357862400
1560643200<=1358467200
1560643200<=1359072000
1560643200<=1359676800
1560643200<=1360281600
1560643200<=1360886400
1560643200<=1361491200
1560643200<=1362096000
1560643200<=1362700800
1560643200<=1363305600
1560643200<=1363910400
1560643200<=1364515200
1560643200<=1365120000
1560643200<=1365724800
1560643200<=1303171200
1560643200<=1366934400
1560643200<=1367539200
1560643200<=1368144000
1560643200<=1368748800
1560643200<=1369353600
1560643200<=1369958400
1560643200<=1370563200
1560643200<=1371168000
1560643200<=1371772800
1560643200<=1372377600
1560643200<=1372982400
1560643200<=1373587200
1560643200<=1374192000
1560643200<=1374796800
1560643200<=1375401600
1560643200<=1376006400
1560643200<=1376611200
1560643200<=1377216000
1560643200<=1377820800
1560643200<=1378425600

Incontro con il Ministro Andrea Riccardi e la Comunità ebraica di Roma

in: Blog/News, Foto gallery | Pubblicato da: Giacomo Kahn

Nessun Commento

C’è l’impegno dell’Esecutivo ad introdurre misure efficaci contro il razzismo, l’odio razziale e l’antisemitismo su Internet

E’ stato un incontro – quello avvenuto ieri tra il Ministro per la Cooperazione Internazionale e Integrazione, Andrea Riccardi e la Comunità ebraica di Roma – all’insegna dell’amicizia, della cordialità, fuori da ogni etichetta e protocollo come si addice a chi si conosce da anni e da anni – pur da posizioni diverse – lavora all’obiettivo comune di formare una società più aperta, più attenta alla voce delle minoranze, impegnata a contrastare ogni deriva razzista e intollerante. “Per la sua sensibilità verso i diritti umani, per la sua storia di sofferenza e la sua coscienza civile la comunità ebraica – ha osservato all’inizio dell’incontro il ministro – è un saldo presidio per i diritti umani”.

Quella del rabbino capo di Roma Rav Riccardo Di Segni e di Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di S. Egidio, è una lunga storia di amicizia nel segno anche di un costante impegno, grazie alla marcia silenziosa che si tiene ogni anno il 16 ottobre, a non dimenticare la deportazione di oltre 1000 ebrei romani avvenuta nel 1943.

L’incontro di ieri svoltosi nei locali della Comunità – cui hanno partecipato oltre al presidente Riccardo Pacifici, anche una ampia rappresentanza del Consiglio e il consigliere Magiar in rappresentanza dell’Ucei – non è servito solo per ribadire questa unità di intenti ma anche per avanzare nuove proposte e per adottare nuove iniziative legislative volte a combattere xenofobia e antisemitismo. Un fenomeno che soprattutto negli ultimi mesi sta dilagando su Internet.

“Mi ha colpito – ha spiegato il ministro – il caso dell’assassino di Tolosa che ha trovato sulla Rete maestri e alimentatori di odio. Abbiamo la responsabilità di intervenire sui siti web che incitano al razzismo, all’odio etnico e religioso. Non si può solo piangere dopo una strage e poi dimenticare le lacrime: le lacrime devono diventare un impegno fattivo per lo stare contro i seminatori dell’odio”. La predicazione dell’odio e del disprezzo, ha sottolineato il ministro “é gravissima e germina negli animi: noi questo lo dobbiamo impedire e dobbiamo soprattutto impedire che raggiunga le giovani generazioni in un momento di spaesamento e di crisi che stiamo vivendo”.

L’obiettivo è quindi di aggiornare la normativa in vigore consentendo di perseguire chi alimenta l’odio su Internet, di oscurare i siti razzisti, quelli che fanno apologia, negazionismo, minimizzazione della Shoà. Si tratta di superare gli attuali limiti di cooperazione giudiziaria tra Stati, adottando un testo molto avanzato “e lo stiamo facendo – ha spiegato Riccardi – insieme al ministro della Giustizia, Paola Severino, e dell’Interno, Anna Maria Cancellieri”. L’idea é quella“a grandi linee di utilizzare gli strumenti usati per combattere altri reati del web e che hanno dimostrato di essere efficaci. Ciò permetterà alla Polizia postale anche di perseguire il visitatore non occasionale di queste pagine vergognose”.

L’incontro è stata anche l’occasione per avanzare da parte del presidente della Comunità ebraica Pacifici una richiesta di analoga tutela giuridica, introducendo nel nostro Paese – come già previsto da una delibera europea del 2008 – il reato di negazionismo della Shoà. “Un reato – ha spiegato Pacifici- che colpisca gli atti concreti e non il diritto di opinione e che ci piacerebbe potesse vedere la luce entro il prossimo 27 gennaio Giorno della Memoria”.

“C’è l’impegno del mio dicastero e dei ministri competenti – ha concluso Riccardi – e quello che possiamo fare lo faremo presto”.

(Foto di Giacomo spizzichino)


Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: , , , ,