1568505600<=1347580800
1568505600<=1348185600
1568505600<=1348790400
1568505600<=1349395200
1568505600<=1350000000
1568505600<=1350604800
1568505600<=1351209600
1568505600<=1351814400
1568505600<=1352419200
1568505600<=1353024000
1568505600<=1353628800
1568505600<=1354233600
1568505600<=1354838400
1568505600<=1355443200
1568505600<=1356048000
1568505600<=1356652800
1568505600<=1357257600
1568505600<=1357862400
1568505600<=1358467200
1568505600<=1359072000
1568505600<=1359676800
1568505600<=1360281600
1568505600<=1360886400
1568505600<=1361491200
1568505600<=1362096000
1568505600<=1362700800
1568505600<=1363305600
1568505600<=1363910400
1568505600<=1364515200
1568505600<=1365120000
1568505600<=1365724800
1568505600<=1303171200
1568505600<=1366934400
1568505600<=1367539200
1568505600<=1368144000
1568505600<=1368748800
1568505600<=1369353600
1568505600<=1369958400
1568505600<=1370563200
1568505600<=1371168000
1568505600<=1371772800
1568505600<=1372377600
1568505600<=1372982400
1568505600<=1373587200
1568505600<=1374192000
1568505600<=1374796800
1568505600<=1375401600
1568505600<=1376006400
1568505600<=1376611200
1568505600<=1377216000
1568505600<=1377820800
1568505600<=1378425600

Vandali sinagoga Parma: Luzzatto, antisemitismo mai scomparso

in: Anti-Semitismo | Pubblicato da: Redazione

Nessun Commento

”Reagiamo disgustati e preoccupati per l’oltraggio alla sinagoga parmense. Si tratta di un fenomeno antico e mai scomparso, che noi chiamiamo genericamente razzismo e più precisamente antisemitismo‘. E’ il commento di Amos Luzzatto, presidente della Comunità Ebraica di Venezia, davanti all’atto vandalico contro la sinagoga di Parma avvenuto ieri.

”Le sue caratteristiche – sottolinea – sono individuabili nell’identificare un gruppo umano, esposto per la sua debolezza e renderlo collettivamente responsabile di possibili crimini e misfatti. La ricerca delle responsabilità per episodi sui quali l’opinione generale e l’emotività, richiederebbero una adeguata punizione viene risolta invece con superficialità. Una società che voglia essere civile non può accettare e farsi soggiogare da tale cultura.

Siamo in presenza di una conflittualità pericolosa, ma non soltanto nel Medioriente; le responsabilità sono spesso multilaterali; se ci limitiamo al conflitto arabo-israeliano non possiamo scordare il suo inizio, deve essere fatto arretrare almeno alla votazione del 1947 all’Onu che stabiliva la spartizione della ”Palestina” in due stati.

Alcuni membri dell’Onu, ostili a quella decisione, impugnarono le armi per contestarla con un’iniziativa indubbiamente molto grave, dando fuoco alla prima di queste guerre tra Israele e i suoi vicini. Il seguito – rileva Luzzatto – è una catena di conseguenze. Quello che è sicuro è che l’incapacità di indagare fino a una conclusione accettabile non può giustificare l’invenzione di un capro espiatorio; se nello stesso parlamento israeliano liberamente scelto esistono pareri differenti, ricercare la responsabilità di atti violenti in piccole Comunità della diaspora ebraica che – non dimentichiamolo – sono i resti di una reale, bestiale e grave persecuzione, è totalmente assurdo’.

Condividi questo articolo

  • Share
  • FriendFeed
  • Email
  • Feed RSS

Tag: ,