1568678400<=1347580800
1568678400<=1348185600
1568678400<=1348790400
1568678400<=1349395200
1568678400<=1350000000
1568678400<=1350604800
1568678400<=1351209600
1568678400<=1351814400
1568678400<=1352419200
1568678400<=1353024000
1568678400<=1353628800
1568678400<=1354233600
1568678400<=1354838400
1568678400<=1355443200
1568678400<=1356048000
1568678400<=1356652800
1568678400<=1357257600
1568678400<=1357862400
1568678400<=1358467200
1568678400<=1359072000
1568678400<=1359676800
1568678400<=1360281600
1568678400<=1360886400
1568678400<=1361491200
1568678400<=1362096000
1568678400<=1362700800
1568678400<=1363305600
1568678400<=1363910400
1568678400<=1364515200
1568678400<=1365120000
1568678400<=1365724800
1568678400<=1303171200
1568678400<=1366934400
1568678400<=1367539200
1568678400<=1368144000
1568678400<=1368748800
1568678400<=1369353600
1568678400<=1369958400
1568678400<=1370563200
1568678400<=1371168000
1568678400<=1371772800
1568678400<=1372377600
1568678400<=1372982400
1568678400<=1373587200
1568678400<=1374192000
1568678400<=1374796800
1568678400<=1375401600
1568678400<=1376006400
1568678400<=1376611200
1568678400<=1377216000
1568678400<=1377820800
1568678400<=1378425600

Riparte da New Tork la polemica sul sacrario al maresciallo Graziani, costruito ad Affile

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

Rodolfo-Graziani-ad-Affile
L’Etiopia vuole portare il caso alle nazioni unite: “È una vergogna devastante”

La protesta contro il mausoleo dedicato al maresciallo Rodolfo Graziani, ministro della Repubblica di Salo’, costruito nel paesino laziale di Affile, riparte da New York: un appello al governo italiano perché rimuova il monumento innalzato in onore del generale che nelle guerre coloniali in Libia e Etiopia si rese colpevole di massacri e dell’uso di armi chimiche contro la popolazione civile è stato lanciato in una tavola rotonda alla City University of New York da Girma Abebe, ex diplomatic di Addis Abeba all’Onu. Leggi tutto l’articolo


Dare del “picchiatore fascista” non è reato

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

Per la Cassazione non si configura nessuna diffamazione se l’epiteto è lanciato contro chi militò nell’estrema destra

È legittimo definire ‘picchiatore fascista’ chi ha avuto una militanza nell’estrema destra e ha preso parte a manifestazioni di piazza “non solo per manifestare il proprio pensiero e le proprie idee”, ma anche per “manifestare la propria forza fisica”.

Lo sottolinea la Cassazione in una sentenza della Quinta sezione penale che ha annullato, “perché il fatto non costituisce reato”, una doppia condanna per diffamazione (400 euro di multa) nei confronti di P. G., per avere offeso la reputazione del giornalista S. M., definendolo ‘ex picchiatore fascista’. Leggi tutto l’articolo


Corteo Mse a Roma: lo sdegno della Comunità ebraica

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

“Sfregio ignobile, impedire manifestazione del 25 novembre dei cosiddetti ‘fascisti del nuovo millennio”

La Comunità  Ebraica di Roma, in una nota di ieri, ha stigmatizzato “la manifestazione di stampo fascista e neonazista che si è svolta nel pomeriggio di ieri a Roma, con un corteo tra Piazza Risorgimento e Piazza Cavour. Poche centinaia di manifestanti– è scritto nel comunicato stampa – non possono tenere in ostaggio una intera città, sfilando impunemente a Roma, Città Medaglia d’Ora della Resistenza, evocando simboli e cori vietati dalla Legge Scelba del 1952. La libertà di manifestare è sancita dalla nostra Costituzione, la stessa però che, tra le norme transitorie, vieta la ricostituzione nel nostro Paese, del partito fascista, così tanto evocato dai manifestanti. Ancora una volta, siamo stati costretti ad assistere ad un triste spettacolo che richiama alla nostra mente movimenti e ideologie del periodo del terrorismo nero degli anni 70/80. Portatore di odio, discriminazione, intolleranza etnica,politica e religiosa”. Leggi tutto l’articolo


Funerali Rauti, denuncia contro ignoti per apologia fascismo

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Una ”indegna gazzarra di saluti romani, insulti antisemiti e quant’altro”, in un ”paese sciagurato, che non ha memoria storica”.

Per ”apologia del fascismo” un giornalista di Ancona, Sergio Sinigaglia, ha presentato un esposto contro ignoti alla procura della Repubblica dopo i funerali dell’ex segretario del Movimento sociale italiano Pino Rauti, ieri a Roma. Ha visto i servizi tv, letto i quotidiani, e ha deciso che ”non si può sempre assistere passivi”. Leggi tutto l’articolo


Lo sport europeo sotto il nazi-fascismo

in: Blog/News | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

Giunge in Italia una mostra nata in Francia che spiega come le attività sportive e ricreative furono sfruttate dai due regimi totalitari

Dal 6 novembre arriva anche in Italia la mostra del Mémorial de la Shoah di Parigi che lo scorso inverno, in cinque mesi di allestimento, ha polverizzato tutti i record come numero di visitatori presso l’istituzione francese.

Con il sostegno e la promozione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, la mostra “Lo sport europeo sotto il nazismo. Dai Giochi Olimpici di Berlino ai Giochi Olimpici di Londra (1936-1948)” verrà allestita a Bologna in anteprima nazionale dove sarà possibile, per cittadini e scolaresche, visitarla gratuitamente fino al 22 dicembre presso Casa Saraceni (Via Farini, 15). Leggi tutto l’articolo


I fascisti rialzano la testa, ma l’hanno mai abbassata?

in: Anti-Semitismo | di: Giacomo Kahn

5 Commenti

Perdiamo di vista per un momento – solo per un momento – quanto sta accadendo in Medio oriente dove apparentemente tutto sembra uguale a se stesso, e guardiamo a quello che sta avvenendo in Italia.

Sarà la crisi economica, sarà il vuoto politico di una classe dirigente dimostratasi incapace e soprattutto ‘mariuola’, sarà quella aria da fine regime, saranno le tensioni preelettorali, fatto sta che l’Italia di oggi scopre una nuova stagione di tensioni sociali, di spinte eversive e si scopre vulnerabile alla violenza dei gruppi estremisti. Le prove, i fatti piccoli o grandi, raccontati sulla stampa o per lo più ignorati, sono davanti agli occhi di tutti. Leggi tutto l’articolo


Quando la letteratura si fa spettacolo, per le coscienze e per non dimenticare

in: Cultura | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

“Milano 1944, un amore” è il racconto di sentimenti schiacciati dalla violenza dei repubblichini fascisti e dei nazisti

Domenica 28 ottobre alle 16 nella Sala Carmi della Comunità di Casale Monferrato Moreno Gentili presenterà il suo libro “Milano 1944, un amore”, con Elio Carmi e alla presenza di Pia Maino, figlia dei protagonisti  del libro.

“Milano 1944, un amore” é ben lungo dall’essere un episodio confinato in una città come potrebbe fare pensare il titolo. La narrazione coinvolge infatti zone quali Como, Stresa, le montagne tra Lombardia e Piemonte fino a Bolzano, dove i protagonisti si ritrovano sempre innamorati ma soli, sottoposti a trasporti e interrogatori raccontanti in dettaglio grazie a documenti autentici consultati dall’autore.

Il libro, edito per i tipi di Skirà racconta in forma di radiodramma, una forma di narrazione particolarmente coinvolgente per il pubblico e i lettori, la vita di Guido Ucelli e di sua moglie Carla Tosi, personaggi di spicco della Milano industriale del periodo, arrestati e condotti nel carcere di san Vittore durante le fasi della Repubblica Sociale Italiana nell’estate del ’44 a causa della costituzione clandestina di un gruppo filopartigiano. Leggi tutto l’articolo


Un manifesto che è un salto indietro nella storia

in: Blog/News | di: Fabio Perugia

7 Commenti

Passeggio per Roma e a un tratto mi ritrovo più settant’anni indietro nel tempo. Sui muri della città iniziano a comparire dei manifesti in bianco e nero con la scritta in rosso: “Gli eroi son tutti giovani e belli. Ai ragazzi di Salò“. Firmato: ignoti.

Li vedo su via Nomentana, poi anche in centro storico, a Largo Argentina sugli spazi pubblicitari del Comune di Roma (come vedete nella foto). Del resto siamo a poche ore dal 25 aprile e, come ogni anno, la città si divide.

Da una parte la festa per la Liberazione, i partigiani, anche quelli della gloriosa Brigata Ebraica, che sfilano in strada e per le piazze con l’orgoglio nel cuore di chi ha lottato contro il fascismo e l’occupazione nazista. Leggi tutto l’articolo


L’evoluzione dell’antisemitismo: gli ebrei da pariah a non persone

in: Blog/News | di: Pierpaolo Pinhas Punturello

4 Commenti

E’ un disvalore che si continua a iniettare nella società e che viene anche applicato allo Stato di Israele

Il cuore della vecchia Europa è abituato al sangue ebraico. Se forse dicessi con crudele onestà questa frase ad alta voce, rischierei di sembrare pazzo o rischierei di essere incoronato come uno dei più grandi analisti sociali dei nostri tempi.

Quando Max Weber definì gli ebrei i pariah della società occidentale di fatto prese coscienza di una realtà quotidiana europea che egli trasformò in una categoria scientifica che indicava chiaramente il mezzo di comprensione del luogo socio-economico degli ebrei all’interno dell’Europa antica e medioevale: un luogo pariah, impuro ed intoccabile, detestabile e mal tollerato ma pur sempre necessario. Leggi tutto l’articolo


E’ sotto gli occhi di tutti l’escalation dell’odio

in: Anti-Semitismo | di: Fabio Perugia

8 Commenti

La vicenda del poster di Holywar, che offende non solo i collaboratori di questo portale ma anche milioni di cattolici, non è da sottovalutare.

Dietro un movimento di estremisti, per ora senza volto, si nasconde un neo-antisemitismo digitale che cova un pericolo reale: il rischio che pochi e organizzati facinorosi possano intercettare la parte “dormiente” di questo Paese che nei prossimi mesi andrà alla ricerca di un capo espiatorio per l’attuale terremoto economico-sociale. Leggi tutto l’articolo