1568505600<=1347580800
1568505600<=1348185600
1568505600<=1348790400
1568505600<=1349395200
1568505600<=1350000000
1568505600<=1350604800
1568505600<=1351209600
1568505600<=1351814400
1568505600<=1352419200
1568505600<=1353024000
1568505600<=1353628800
1568505600<=1354233600
1568505600<=1354838400
1568505600<=1355443200
1568505600<=1356048000
1568505600<=1356652800
1568505600<=1357257600
1568505600<=1357862400
1568505600<=1358467200
1568505600<=1359072000
1568505600<=1359676800
1568505600<=1360281600
1568505600<=1360886400
1568505600<=1361491200
1568505600<=1362096000
1568505600<=1362700800
1568505600<=1363305600
1568505600<=1363910400
1568505600<=1364515200
1568505600<=1365120000
1568505600<=1365724800
1568505600<=1303171200
1568505600<=1366934400
1568505600<=1367539200
1568505600<=1368144000
1568505600<=1368748800
1568505600<=1369353600
1568505600<=1369958400
1568505600<=1370563200
1568505600<=1371168000
1568505600<=1371772800
1568505600<=1372377600
1568505600<=1372982400
1568505600<=1373587200
1568505600<=1374192000
1568505600<=1374796800
1568505600<=1375401600
1568505600<=1376006400
1568505600<=1376611200
1568505600<=1377216000
1568505600<=1377820800
1568505600<=1378425600

Antisemitismo, su Youtube video shock di Stormfront

in: Anti-Semitismo | Scritto da: Redazione

3 Commenti

Youtube video shock di Stormfront”Altro che oscuramento: Stormfront.org, sito xenofobo e razzista che propaganda idee antisioniste e antidemocratiche, è più vivo che mai”.

E’ quanto sottolinea Alessandro Ruben, parlamentare uscente di Fli e candidato al Senato nella lista.

Con Monti per l’Italia, denunciando che ”nonostante l’operazione di polizia del novembre scorso, su Youtube circola un video di Stormfront dal titolo ‘Il nemico occulto’ confezionato appositamente per l’Italia e costruito ad arte per condizionare soprattutto i giovani, principali fruitori di Youtube, sulla teoria criminale per cui c’e’ una presunta lobby ebraica che Influenza la politica, la stampa, la finanza, l’economia e quindi la vita democratica del nostro Paese”. Leggi tutto l’articolo


Israele e Usa, un rapporto raccontato da due giornalisti

in: Blog/News | di: Jonatan Della Rocca

Nessun Commento

Il Jewish Community Center di Roma ha ospitato un dibattito vivace ed interessante

Manco a farlo apposta, l’evento organizzato da tempo dal Centro di Cultura della Cer per parlare del secondo mandato di Barack Obama alla Casa Bianca e i riflessi della politica americana in Medio Oriente, con ospiti Maurizio Molinari e Gad Lerner, si è svolto proprio nel momento più opportuno: all’indomani della firma dell’accordo di tregua siglato al Cairo.

Tempestati di domande dal pubblico che ha riempito la sala del Jewish Community Center di Via Balbo, i due giornalisti non si sono risparmiati nel fornire risposte puntuali e convincenti sui retroscena del conflitto. Più di parlare di cronaca, si sono cimentati nell’analisi. D’altronde le guerre mediorientali nascondono forse più delle altre, per il groviglio di Paesi coinvolti e per gli interessi economici e geopolitici, molteplici chiavi di lettura da interpretare. Leggi tutto l’articolo


Israele, Stati Uniti e mondo arabo

in: Eventi | di: Daniele Toscano

Nessun Commento

Gad Lerner e Maurizio Molinari ne hanno discusso in una vivace e seguita conferenza/dibattito

L’elezione di Obama e i risvolti che questa può avere in Medio Oriente, specie alla luce del recente conflitto che ha visto coinvolti Israele e Hamas è stato il tema affrontato in una serata di approfondimento organizzata dal Centro di Cultura Ebraica di Roma.

Il pubblico, giunto numeroso e dimostratosi molto interessato, ha così potuto ascoltare gli interventi di due esperti giornalisti, Maurizio Molinari, corrispondente negli USA de La Stampa, e Gad Lerner, giornalista e conduttore de L’Infedele, coordinati da Ruben Della Rocca, assessore alle Relazioni esterne della Cer. Leggi tutto l’articolo


Polemica Pacifici-Gattegna-Gomel-Lerner-Zevi: ecco la ricostruzione della vicenda

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

Dalla solidarietà agli abitanti di Itamar alle polemiche nella Comunità Ebraica

La strage commessa da due giovani palestinesi nell’insediamento di Itamar, con il brutale assassinio della famiglia Fogel (padre, madre e tre figli), ha scatenato l’indignazione della comunità ebraica romana, solidale e vicina al dolore dei figli sopravvissuti. Tale solidarietà ha però scatenato una dura polemica – politica e ideologica – sugli insediamenti israeliani e sul modo in cui bisogna giudicare chi decide di vivere in località a ridosso di villaggi e cittadine palestinesi. Proviamo a ricostruire i fatti.

Subito dopo la prima visita organizzata dalla Comunità ad Itamar – con la consegna di una prima somma di 21.000 euro, raccolti in tutte le sinagoghe di Roma – la Cer organizza un secondo appuntamento – su indicazione degli stessi abitanti Itamar – che volevano
celebrare (il 21 aprile, che come tutti gli israeliani) il Kol amoed di Pesach, attraverso un evento chiamato: “Happening e barbecue con i nostri fratelli di Itamar”. Leggi tutto l’articolo