1563494400<=1347580800
1563494400<=1348185600
1563494400<=1348790400
1563494400<=1349395200
1563494400<=1350000000
1563494400<=1350604800
1563494400<=1351209600
1563494400<=1351814400
1563494400<=1352419200
1563494400<=1353024000
1563494400<=1353628800
1563494400<=1354233600
1563494400<=1354838400
1563494400<=1355443200
1563494400<=1356048000
1563494400<=1356652800
1563494400<=1357257600
1563494400<=1357862400
1563494400<=1358467200
1563494400<=1359072000
1563494400<=1359676800
1563494400<=1360281600
1563494400<=1360886400
1563494400<=1361491200
1563494400<=1362096000
1563494400<=1362700800
1563494400<=1363305600
1563494400<=1363910400
1563494400<=1364515200
1563494400<=1365120000
1563494400<=1365724800
1563494400<=1303171200
1563494400<=1366934400
1563494400<=1367539200
1563494400<=1368144000
1563494400<=1368748800
1563494400<=1369353600
1563494400<=1369958400
1563494400<=1370563200
1563494400<=1371168000
1563494400<=1371772800
1563494400<=1372377600
1563494400<=1372982400
1563494400<=1373587200
1563494400<=1374192000
1563494400<=1374796800
1563494400<=1375401600
1563494400<=1376006400
1563494400<=1376611200
1563494400<=1377216000
1563494400<=1377820800
1563494400<=1378425600

Tzipi Livni torna alla politica con un nuovo partito

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

“Sono venuta per combattere per la pace”

Tzipi Livni – ex ministro degli esteri di Israele – torna alla politica alla guida di un nuovo partito, Hat’nua (“Il Movimento”).

“Sono venuta per combattere per la pace, e non darò la mano a quelli che tentano di trasformare la parola ‘pace’ in una parola sporca”, ha detto l’ex leader di Kadima nel corso di una conferenza stampa a Tel Aviv, della quale danno conto i media israeliani. “Ho deciso di non mollare. Deve esserci un’alternativa nelle elezioni israeliane”, ha aggiunto. Leggi tutto l’articolo


Partita nave iraniana con missili per Hamas

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

La guerra a Gaza si è per ora fermata, ma non si ferma la criminale attività di sostegno logistico e militare svolto dall’Iran che finanzia e fornisce di armi i miliziani di Hamas.

Secondo quanto rivelato dal Sunday times, i satelliti-spia israeliani hanno localizzato una nave iraniana con un carico di missili che potrebbero essere diretto alla Striscia di Gaza. La nave trasporterebbe missili Fajr 5 per rimpiazzare quelli distrutti dall’aviazione dello Stato ebraico durante l’offensiva Pilastro di difesa e quelli lanciati su Tel Aviv dai militanti di Hamas. Leggi tutto l’articolo


Israele, Stati Uniti e mondo arabo

in: Eventi | di: Daniele Toscano

Nessun Commento

Gad Lerner e Maurizio Molinari ne hanno discusso in una vivace e seguita conferenza/dibattito

L’elezione di Obama e i risvolti che questa può avere in Medio Oriente, specie alla luce del recente conflitto che ha visto coinvolti Israele e Hamas è stato il tema affrontato in una serata di approfondimento organizzata dal Centro di Cultura Ebraica di Roma.

Il pubblico, giunto numeroso e dimostratosi molto interessato, ha così potuto ascoltare gli interventi di due esperti giornalisti, Maurizio Molinari, corrispondente negli USA de La Stampa, e Gad Lerner, giornalista e conduttore de L’Infedele, coordinati da Ruben Della Rocca, assessore alle Relazioni esterne della Cer. Leggi tutto l’articolo


Manifestazione a Montecitorio in difesa di Israele

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

In migliaia sono accorsi all’iniziativa di Summit, con bandiere e cartelli a sostegno dello stato ebraico: ‘Basta menzogne’

Oltre mille persone hanno manifestato ieri davanti a Montecitorio per portare la loro solidarietà a Israele, dopo l’attacco terroristico di ieri e i razzi che nei giorni scorsi sono stati lanciati contro lo Stato ebraico. Organizzata dall’associazione Summit presieduta da Fiamma Nirenstein, l’iniziativa “Per la verità, per Israele” ha avuto l’adesione di moltissime associazioni e parlamentari.

“Basta menzogne su Israele, basta farlo passare per aggressore”. è questo il messaggio lanciato dalla maratona oratoria. “Basta con l’antisemitismo mascherato da critiche al governo israeliano”, ha detto la deputata Pdl aprendo la maratona e ricordando la “situazione insopportabile” in cui vivono gli israeliani da molte settimane prima che cominciasse l’azione militare su Gaza. “Chi non ha voluto vedere le centinaia di razzi lanciati da Hamas, vuole vivere nella malafede”, ha aggiunto Nirenstein auspicando che la tregua in corso sia “duratura”. “Non lo sarà se non si fermeranno l’afflusso di armi dall’Iran”. Leggi tutto l’articolo


I giudizi della stampa israeliana sulla tregua con Hamas

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Va bene, ma dubbi sulla durata e tenuta

La stampa israeliana, nei commenti e nei fondi dei suoi vari analisti, sembra sostanzialmente approvare l’operato del governo riguardo al cessate il fuoco, entrato in vigore ieri sera, tra Hamas e Israele. Ma questo non esclude dubbi sulla possibilità che la calma metta radici e diventi di lunga durata.

HAARETZ – giornale non tenero con l’attuale leadership israeliane – in prima pagina (con foto dell’attentato all’autobus di ieri) rileva che con il cessate il fuoco ”Israele guadagna impegni sulla sicurezza” e che il presidente egiziano Morsi esce dalla vicenda come ”leader prestigioso”. In un’analisi il quotidiano, che indaga anche sugli equilibri politici in vista delle prossime elezioni, sostiene che chi esce più rafforzato dalla conclusione dell’operazione è il ministro della Difesa Ehud Barack, mentre a perdere è il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman. Leggi tutto l’articolo


“Se costretti entreremo nella Striscia”: lo spiega l’ambasciatore di Israele in Italia Naor Gilon

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

“Abbiamo reagito perché provocati, non vogliamo l’intervento dell’Onù”

”Se non usciamo da questa fase con un impegno e garanzie di Hamas che non si ritorni a un crescente lancio di razzi dopo pochi mesi dal conflitto, allora saremo costretti, malvolentieri, a entrare a Gaza anche via terra’. Lo afferma l’ambasciatore di Israele a Roma, Naor Gilon, in un’intervista al Tempo.

”Entrare con i soldati nel posto più densamente popolato del mondo comporta un rischio molto alto, ma Israele non può più vivere con l’esistenza di oltre un milione di cittadini minacciata continuamente”, osserva Gilon. Leggi tutto l’articolo


Maratona oratoria per cancellare le parole malate contro Israele

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

‘Summit’, l’Associazione presieduta da Fiamma Nirenstein, Vice Presidente della Commissione Esteri, insieme a un nutrito numero di altre organizzazioni ha organizzato per il prossimo giovedì 23 novembre – alle 18,00 – la maratona oratoria “Per la Verità per Israele” davanti a Montecitorio.

Nirenstein spiega: “Ritengo che per amore della pace dobbiamo ristabilire la verità sul conflitto in corso e cancellare le parole malate con cui si criminalizza Israele e si delegittima il sacrosanto diritto di qualsiasi stato democratico a difendere la sua popolazione civile gratuitamente attaccata”.

Da giorni l’opinione pubblica è coperta da messaggi ingannevoli sulla natura del conflitto in atto fra Israele e Hamas. Israele si difende, non ha attaccato. Leggi tutto l’articolo


Su Gaza, Israele lancia volantini agli abitanti: “Allontanatevi subito”

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Si accusa Israele di crimini contro l’umanità, ma ecco il modo in cui Israele opera contro i miliziani di Hamas: sta seminato a pioggia su Gaza città volantini in lingua araba destinati alla popolazione palestinese, in cui la si sollecita ad allontanarsi “immediatamente”, in particolare da due quartieri situati nella parte sud-orientale del capoluogo della Striscia. Leggi tutto l’articolo


Avviso di sicurezza ai viaggiatori per Israele

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Per chi pensa che i missili lanciati da Hamas su Israele siano solo un problema psicologico – avete letto bene, un problema psicologico, così ha avuto l’ardire di scrivere ad esempio Eric Salerno, sul Messaggero di sabato – vi invitiamo a leggere l’informativa inviata dall’Ambasciata di Israele ai cittadini italiani lì residenti.

“Alla luce della crisi in corso, si rinnova l’invito ad evitare le zone a sud del Paese e quelle adiacenti alla Striscia di Gaza, che sono regolarmente destinatarie di lanci di razzi e colpi di mortaio la cui gittata si estende normalmente fino ad un raggio di circa 45 km, ma che hanno interessato anche cittadine a Sud di Tel Aviv quali Holon, Rehovot e Rishon LeZion. In particolare, si raccomanda vivamente di evitare le zone di Be’er Sheva, Ashkelon, Ashdod, Sderot ed Eilat, di avere chiare le locali procedure di sicurezza, di poter sempre accedere con breve preavviso a bunker anti-bomba e di consultare regolarmente gli organi di informazione.”


Quel missile su Gerusalemme che non dimenticheremo

in: Israele | di: Pierpaolo Pinhas Punturello

Nessun Commento

Per gli ebrei è la città santa, per Hamas solo un semplice obiettivo da distruggere

Eravamo alla seconda strofa del canto mistico Yedid Nefesh, il pyut che in alcuni riti accompagna il pubblico verso l’accoglienza dello Shabbat. Stavamo per concluderla, richiamando la gioia eterna che avrebbe avvolto l’anima quando il gelo ha fermato le nostre voci.

Il gelo della sirena. Il gelo del segno di un inverno nel quale gli abitanti del Sud di Israele si trovano ormai da anni. La mia prima sirena. Leggi tutto l’articolo