1524441600<=1347580800
1524441600<=1348185600
1524441600<=1348790400
1524441600<=1349395200
1524441600<=1350000000
1524441600<=1350604800
1524441600<=1351209600
1524441600<=1351814400
1524441600<=1352419200
1524441600<=1353024000
1524441600<=1353628800
1524441600<=1354233600
1524441600<=1354838400
1524441600<=1355443200
1524441600<=1356048000
1524441600<=1356652800
1524441600<=1357257600
1524441600<=1357862400
1524441600<=1358467200
1524441600<=1359072000
1524441600<=1359676800
1524441600<=1360281600
1524441600<=1360886400
1524441600<=1361491200
1524441600<=1362096000
1524441600<=1362700800
1524441600<=1363305600
1524441600<=1363910400
1524441600<=1364515200
1524441600<=1365120000
1524441600<=1365724800
1524441600<=1303171200
1524441600<=1366934400
1524441600<=1367539200
1524441600<=1368144000
1524441600<=1368748800
1524441600<=1369353600
1524441600<=1369958400
1524441600<=1370563200
1524441600<=1371168000
1524441600<=1371772800
1524441600<=1372377600
1524441600<=1372982400
1524441600<=1373587200
1524441600<=1374192000
1524441600<=1374796800
1524441600<=1375401600
1524441600<=1376006400
1524441600<=1376611200
1524441600<=1377216000
1524441600<=1377820800
1524441600<=1378425600

Fino al 16 giugno la mostra al Museo Ebraico “Prima di tutto Italiani”

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

image

Prorogata al 16 giugno 2015 la mostra PRIMA DI TUTTO ITALIANI. Gli ebrei romani e la Grande Guerra.

L’esposizione, che rientra nelle celebrazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale e che racconta il contributo ebraico italiano al conflitto, sta riscontrando un grande successo con una massiccia affluenza di visitatori; la decisione quindi di posticipare la data di chiusura è per rispondere alla crescente richiesta da parte di singoli e scolaresche.

Prima del Risorgimento gli ebrei erano considerati del tutto estranei ai valori nazionali e, per questo, esclusi dalla società e dal servizio militare.
Molti furono quelli che parteciparono alle battaglie risorgimentali e che cominciarono ad essere considerati dai loro stessi correligionari come veri e propri martiri disposti al sacrificio per amore della patria.
Si iniziò a sviluppare una forte identità patriottica, pari a quella del resto degli italiani: con il Risorgimento gli ebrei stessi iniziarono ad identificare l’ebraismo come una religione, relegandolo alla sola dimensione privata e familiare.
La mostra, realizzata grazie ai prestiti di Paola Bonfiglioli, Orietta Citoni, Esther Di Porto, Rosa Piperno, al contributo dell’Archivio Storico della Comunità Ebraica di Roma, e al contributo artistico dell’attore cinematografico Silvio Muccino all’interno del video-documentario dell’esposizione, presenta libri, fotografie, lettere dal fronte, libri di preghiera, cartoline, documenti, medaglie e onoreficenze.

L’esposizione curata da Lia Toaff racconta storie di uomini sulla linea di confine, di rabbinati militari e di ebrei italiani che tornati dal fronte per difendere la Patria saranno poi declassati dalle leggi razziali e deportati nei campi di sterminio nazisti. In virtù del loro contributo alla Patria infatti, molti combattenti chiesero di essere esenti dalle persecuzioni. Sono rari i casi in cui queste “discriminazioni” vennero concesse e molti di coloro che per l’Italia avevano combattuto, caddero in mano nazista e furono uccisi tra il 1943 e il 1945 nei campi di sterminio.

Informazioni:
Mostra PRIMA DI TUTTO ITALIANI. Gli ebrei romani e la Grande Guerra.
A cura di Lia Toaff
La mostra è stata possibile grazie ai prestiti di Paola Bonfiglioli, Orietta Citoni, Esther Di Porto, Rosa Piperno e dell’Archivio Storico della Comunità Ebraica di Roma
Comunità Ebraica di Roma, Assessore alle Attività Museali, Prof. Arch. Giovanni Ascarelli, Museo Ebraico di Roma, Direttore Alessandra Di Castro

Mostra a cura di Lia Toaff
Allestimento a cura dell’architetto Valentina Putzolu
Con la collaborazione di Valentina Zignani
Realizzazione dell’allestimento Falegnameria Martella

Voce narrante video Silvio Muccino
Realizzazione video Francesco Fioravanti
Montaggio Giggi Mearelli
Fonico Andrea Caretti
Fotografie di Giorgio Benni
Comunicazione Irit Levy
Ufficio stampa Fabio Perugia, Sara Moresco, Chiara Capotondi, Carlotta Livoli, Sarah Shirley Di Veroli
Grafica e stampa Litos
Con la partecipazione di:
Olga Melasecchi, Andrea S.M. Schingo, Silvio Muccino, Pio Lauda, Claudio Procaccia, Amedeo Spagnoletto

Apertura al pubblico: dal 16 dicembre 2015 al 16 giugno 2015
Dove: Museo Ebraico di Roma
Via Catalana (lato Portico D’Ottavia), Roma
Orari: da domenica a giovedì 10.00 – 17.00 (ultimo ingresso ore 16.15)
Venerdì 9.00 – 14.00 (ultimo ingresso ore 13.15)
Sabato chiuso
Informazioni e prenotazioni: 0668400661 – mer@museoebraico.roma.it
www.museoebraico.roma.it


Russia-Israele, Peres emozionato inaugura a Mosca il museo ebraico

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Era molto emozionato il presidente israeliano Shimon Peres, quando due giorni fa – accompagnato dal ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov – ha inaugurato a Mosca un nuovo museo ebraico che ripercorre la storia tumultuosa degli ebrei in terra russa, dai tempi dello zar al presente, passando per le repressioni staliniane e l’Olocausto.

Non esiste un altro museo come questo“, ha detto Peres in occasione dell’apertura in un sito già di per sé d’eccezione: un ex deposito di autobus costruito nel 1926 dall’architetto Konstantin Melnikov.

Questa è una importante testimonianza storica della grandezza dell’uomo, ma anche delle sue debolezze“, ha detto il capo dello Stato ebraico, che ha 89 anni ed è nato sul territorio dell’attuale Bielorussia prima che la famiglia emigrasse in Palestina nel 1930. Leggi tutto l’articolo


Quando l’arte va all’asta per sostenere la Memoria

in: Blog/News | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

Il 28 febbraio verranno battute opere di 44 artisti: i proventi serviranno per le attività del Museo e dell’Istituto storico della Resistenza di Torino

La crisi colpisce anche la memoria. Nell’attuale periodo di crisi economica, il contributo degli enti locali e territoriali pare non essere più assicurato anche per il Museo Diffuso della Resistenza di Torinol’Istituto Storico della Resistenza di Torino, che rischiano la cessazione delle proprie attività.

Per scongiurare una simile ipotesi i due enti hanno promosso una serie di iniziative di raccolta fondi. Le opere donate da 44 artisti saranno esposte e battute all’astanella storica sede della Bolaffi di Torino. La Mostra sarà inaugurata oggi 21 febbraio e sarà visibile al pubblico fino al 28 febbraio giorno in cui si svolgerà l’asta pubblica. Leggi tutto l’articolo


Aperta oggi a Roma la mostra “I Ghetti nazisti”

in: Giornata della Memoria | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Furono gli stessi persecutori a documentare, con foto e filmati, le realtà che avevano creato.

In occasione delle celebrazioni per la Giornata della Memoria, viene inaugurata oggi a Roma, presso il Complesso del Vittoriano la mostra ”I ghetti nazisti”, curata da Marcello Pezzetti, direttore scientifico della Fondazione Museo della Shoah di Roma, da Bruno Vespa e Sara Berger, con la direzione e il coordinamento generale di Alessandro Nicosia.

La mostra ripercorrere la storia dei ghetti nazisti in Polonia, dal 1939 al 1944: la loro istituzione, la vita quotidiana al loro interno, la fame, le malattie, la violenza, il lavoro coatto, le deportazioni, la resistenza, le liquidazioni finali.

Non sono in molti a sapere – ha spiegato Pezzetti – che circa il 70 per cento delle vittime della Shoah passò dalla terribile esperienza di un ghetto. È una drammatica pagina della Shoah dal punto di vista concettuale il simbolo di tutte le forme di razzismo e segregazione, sulla quale è fondamentale far luce”. Leggi tutto l’articolo


La storia di Chanukkà, al Museo dei Lumi di Casale Monferrato

in: Ebraismo | di: Claudia De Benedetti

Nessun Commento

Per il ventesimo anno consecutivo la piccola Comunità di Casale Monferrato accoglie con grande piacere, nel Cortile delle Api, i rappresentati delle religioni monoteistiche e tanti amici per accendere i lumi di Chanukkà, ricordare avvenimenti lontani e sussurrare che è possibile credere nei miracoli, in ogni epoca.

All’interno della Sinagoga degli Argenti la temperatura è intorno a zero gradi ma i nostri cuori avvertono più che mai il calore spirituale che trasmette il Ner Tamid, la luce eterna, il cui olio era così fortemente necessario ai fratelli Maccabei.

Raccontiamo ai nostri ospiti la storia dei Maccabei che guidarono la rivolta di un piccolo popolo contro il potente oppressore; una storia universale che ha accompagnato tutta l’umanità dalla sua nascita fino ad oggi; una storia a lieto fine in cui trionfa la luce del bene che illumina e riconsacra Gerusalemme dopo le tenebre del male e dell’oppressione. Leggi tutto l’articolo


On line “Romaexhibit”, nel portale anche il Museo ebraico

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Da pochi giorni è on line “RomAExhibit” il sito internet del primo sistema espositivo integrato di Roma Capitale che mette in rete la programmazione in italiano e inglese di mostre ed eventi di tutti gli spazi espositivi di Roma, pubblici e privati: un totale di 50 spazi espositivi che per la prima volta operano e programmano insieme, cui si aggiunge ora anche il Museo Ebraico, per un totale di 200 sale espositivi.

D’ora in poi 50 realtà museali sono collegate attraverso il portale e, come ricordato dal indaco Alemanno, “per la prima volta Roma fa sistema sul suo potenziale culturale”


Pacifici: “Roma avrà il museo della Shoah entro il 2013”

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

Riccardo Pacifici è convinto che Roma avrà il suo museo della Shoah entro il 2013. Il riconfermato presidente della nostra Comunità entra nel dettaglio delle operazioni:

I primi di maggio ci sarà l’ultima conferenza di servizi che dirà quali saranno i criteri di aggiudicazione. Nel 2012 inizieranno i lavori che termineranno a metà del 2013, periodo entro il quale avremo la sede del museo della Shoah la novità sarà quella della presenza di giovani ricercatori della Fondazione che si occuperanno di riportare alla luce, testimonianze, aneddoti, storie di quanti hanno vissuto quegli anni così da creare un percorso espositivo altamente importante“.


Shoah: il 24 marzo nasce il museo della Memoria di Assisi

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

Il museo della Memoria di Assisi nasce con l’obiettivo di ricordare il contributo dato dalla città per salvare 300 ebrei tra il 1943 ed il 1944.

La struttura, prima nel suo genere in Umbria, verrà inaugurata nella pinacoteca comunale il prossimo 24 marzo.

A promuovere l’iniziativa è l’Opera Casa Papa Giovanni diretta dal vescovo emerito mons. Sergio Goretti in collaborazione con il Comune di Assisi, la Regione dell’Umbria e la Provincia di Perugia, il patrocinio dell’Isuc, dell’Associazione Italia-Israele (sezione di Perugia) e del Franciscan Pilgrimage Programs. Leggi tutto l’articolo


Obiettivo puntato sull’arte per la Giornata della Cultura Ebraica

in: Anti-Semitismo, Cultura, Eventi, Interviste, Israele, Politica Internazionale, Politica Italiana | Scritto da: Redazione

Un Commento

Ricco il cartellone degli eventi in occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica, con il coordinamento generale di Claudio Procaccia direttore del Dipartimento di Cultura Ebraica e di Miriam Haiun direttrice del Centro di Cultura della Comunità Ebraica di Roma.

Il 5 settembre in 28 paesi europei e 62 città italiane le comunità ebraiche apriranno le porte delle proprie sinagoghe e dei propri musei in occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica giunta alla sua undicesima edizione che vede come città capofila Livorno ed è dedicata quest’anno ad ‘Arte ed ebraismo’ “un binomio particolarmente interessante, perché è noto il complesso rapporto che c’è tra rappresentazione figurativa e normativa ebraica” come sottolinea il presidente Ucei, Renzo Gattegna, ma anche “un’occasione per saperne di più e per sfatare qualche luogo comune”.

Nella Capitale, fin dal mattino sarà possibile partecipare a visite guidate nel cuore del ghetto, al Museo ebraico e al Tempio Maggiore dove nel pomeriggio si svolgerà la celebrazione di un matrimonio (alle 17.30) e in serata (alle 21) un concerto di musiche liturgiche della tradizione romana del coro del Tempio Maggiore, diretto dal maestro Claudio Di Segni. Con la partecipazione del rav Alberto Funaro, del maestro Angelo Spizzichino e del professor Pasquale Troia.
La novità di quest’anno è rappresentata dall’apertura al pubblico della sinagoga di via Balbo, nel quartiere Esquilino, dove alle 12, Georges de Canino illustra e descive “Le vetrate” di Aldo Di Castro (z.l.).

Indossando abbigliamento comodo e scarpe sportive gli amanti dell’archeologia potranno visitare le catacombe di villa Torlonia. Le visite si svolgeranno ogni ora a partire dalle 9 del mattino e fino alle 17, in piccoli gruppi organizzati. La prenotazione è obbligatoria. Molti gli eventi organizzati nella Sala Margana, in Piazza Margana 41, dove a partire dalle 11 del mattino la dottoressa Elsa Laurenzi parlerà delle catacombe ebraiche di Villa Randanini, Adachiara Zevi di “Musei ebraici: per quale arte?” e Cesare Terracina “ Evoluzione dell’arte ebraica: dal simbolo al segno”. Nel pomeriggio a partire dalle 16 Yedidià Sergio Terracina interverrà su “Il Santuario nel deserto: verità e bellezza”. A seguire Roy Doliner presenterà un suo testo sui segreti della Sistina e sul messaggio proibito di Michelangelo. Sempre nel pomeriggio, alle 18.30 alla Discoteca di Stato in via Caetani 32 gli amanti della musica potranno ascoltare il coro femminile dell’Associazione Coro Ha Kol che si esibirà in un concerto dal titolo “… e Miriam cantò. Musiche della tradizione ebraica”.

Leggi tutto l’articolo


Dipartimento di Cultura Ebraica

in: | Scritto da: Redazione

Un Commento

Il Dipartimento di Cultura ebraica è l’organismo dal quale dipendono tutte le attività culturali della vita ebraica della città di Roma.

Nel dettaglio: il Museo Ebraico, l’Archivio Storico, il Centro di Cultura ebraica e la Libreria “Kiryat Sefer”.

Dipartimento di Cultura Ebraica

Indirizzo: Lungotevere De’ Cenci – 00186 Roma

Telefono: +39 06 68400628 – Fax: +39 0668400684

Direttore: Claudio Procaccia

E-mail: dibac@romaebraica.it