1563321600<=1347580800
1563321600<=1348185600
1563321600<=1348790400
1563321600<=1349395200
1563321600<=1350000000
1563321600<=1350604800
1563321600<=1351209600
1563321600<=1351814400
1563321600<=1352419200
1563321600<=1353024000
1563321600<=1353628800
1563321600<=1354233600
1563321600<=1354838400
1563321600<=1355443200
1563321600<=1356048000
1563321600<=1356652800
1563321600<=1357257600
1563321600<=1357862400
1563321600<=1358467200
1563321600<=1359072000
1563321600<=1359676800
1563321600<=1360281600
1563321600<=1360886400
1563321600<=1361491200
1563321600<=1362096000
1563321600<=1362700800
1563321600<=1363305600
1563321600<=1363910400
1563321600<=1364515200
1563321600<=1365120000
1563321600<=1365724800
1563321600<=1303171200
1563321600<=1366934400
1563321600<=1367539200
1563321600<=1368144000
1563321600<=1368748800
1563321600<=1369353600
1563321600<=1369958400
1563321600<=1370563200
1563321600<=1371168000
1563321600<=1371772800
1563321600<=1372377600
1563321600<=1372982400
1563321600<=1373587200
1563321600<=1374192000
1563321600<=1374796800
1563321600<=1375401600
1563321600<=1376006400
1563321600<=1376611200
1563321600<=1377216000
1563321600<=1377820800
1563321600<=1378425600

Conflitto israelo-palestinese, per Bersani “basta tifoserie a sinistra ma dialogo con tutti”

in: Blog/News | di: Jonatan Della Rocca

Nessun Commento

C’è fame di politica, soprattutto nella Comunità. Di recuperare un rapporto tra la Sinistra e gli ebrei travagliato e lacerato negli ultimi decenni sulla visione spesso distorta sulle ragioni dello Stato d’Israele.

Un ennesima dimostrazione l’abbiamo avuta per la folta partecipazione di pubblico al Pitigliani nel corso di un dibattito dal titolo: “Israele, sinistra, pace. La sfida degli ebrei italiani”, organizzato dall’associazione Hans Jonas a cui hanno partecipato Pier Luigi Bersani, Emanuele Fiano, Paolo Mieli, Riccardo Pacifici, e Matteo di Figlia, autore del testo uscito mesi fa “Israele e la Sinistra”, Il dibattito, con il coordinamento di Tobia Zevi, rispetta le attese della vigilia. Leggi tutto l’articolo


69°Anniversario della deportazione degli ebrei romani, il messaggio di Bersani alla Comunità ebraica di Roma

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Un Commento

In occasione del 69°anniversario della deportazione degli ebrei romani, il segretario Pd, Pierluigi Bersani, ha invito un messaggio alla Comunità ebraica di Roma:

“Quella di oggi è una data scolpita in maniera drammatica nella memoria di Roma e del paese intero. E’ il giorno in cui ricordiamo il rastrellamento del Ghetto e la deportazione di 1024 ebrei romani, uno dei momenti più dolorosi delle persecuzioni antisemite fasciste e naziste in Italia. Il 16 ottobre di 69 anni fa, una parte della città fu strappata con inaudita violenza alla vita e agli affetti. Furono soltanto sedici le persone che riuscirono a tornare dai campi di sterminio nazisti e, con un coraggio e con una forza incredibile, sono diventati i testimoni della Shoah avendo come loro unica priorità il desiderio di trasmetterne la memoria ai giovani. La data di oggi resta una ferita aperta nel cuore di Roma. Leggi tutto l’articolo


Bersani: “Abu Mazen mi ha detto che non si fa un Governo con chi non riconosce Israele”

in: Medioriente, Politica Italiana | Scritto da: Redazione

Un Commento

Abu Mazen mi ha detto che non si fa un Governo con chi non riconosce Israele. Se si fa un Governo tecnico provvisorio, lo si fa solo con ministri che riconoscano lo Stato di Israele“.

Parole del leader del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani, al termine della propria visita a Ramallah, in cui ha incontrato il primo ministro Salam Fayyad e il presidente dell’Anp Abu Mazen. Leggi tutto l’articolo


Yedioth Ahronoth: finito rapporto fra Italia e Israele?

in: Israele, Politica Italiana | Scritto da: Redazione

3 Commenti

La “luna di miele piena di sorrisi ed abbracci” fra Italia e Israele “sta per terminare“.

A scriverlo in un editoriale sul quotidiano Yedioth Ahronoth è il corrispondente in Italia, Menachem Gantz. L’articolo decicato alla “caduta libera di Berlusconi“, mette in luce le difficoltà politiche che sta attraversando il presidente del Consiglio:

“La disaffezione che sta attualmente crescendo nell’elettorato italiano nei confronti di Berlusconi potrebbe costare caro a Israele, da sempre riconosciuto come sostenitore entusiasta di un leader controverso. L’Italia potrebbe cominciare a parlare senza fronzoli”. Leggi tutto l’articolo