1547856000<=1347580800
1547856000<=1348185600
1547856000<=1348790400
1547856000<=1349395200
1547856000<=1350000000
1547856000<=1350604800
1547856000<=1351209600
1547856000<=1351814400
1547856000<=1352419200
1547856000<=1353024000
1547856000<=1353628800
1547856000<=1354233600
1547856000<=1354838400
1547856000<=1355443200
1547856000<=1356048000
1547856000<=1356652800
1547856000<=1357257600
1547856000<=1357862400
1547856000<=1358467200
1547856000<=1359072000
1547856000<=1359676800
1547856000<=1360281600
1547856000<=1360886400
1547856000<=1361491200
1547856000<=1362096000
1547856000<=1362700800
1547856000<=1363305600
1547856000<=1363910400
1547856000<=1364515200
1547856000<=1365120000
1547856000<=1365724800
1547856000<=1303171200
1547856000<=1366934400
1547856000<=1367539200
1547856000<=1368144000
1547856000<=1368748800
1547856000<=1369353600
1547856000<=1369958400
1547856000<=1370563200
1547856000<=1371168000
1547856000<=1371772800
1547856000<=1372377600
1547856000<=1372982400
1547856000<=1373587200
1547856000<=1374192000
1547856000<=1374796800
1547856000<=1375401600
1547856000<=1376006400
1547856000<=1376611200
1547856000<=1377216000
1547856000<=1377820800
1547856000<=1378425600

Scuola Rabbinica

in: | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

La Scuola Rabbinica è articolata in due corsi principali: un corso “medio” e un corso “superiore”.

Il corso “medio” ha la durata di otto anni, che corrispondono di norma al periodo della scuola media e del liceo.
Al termine di questo periodo si consegue il titolo di “maskil” (termine tradizionale delle scuole rabbiniche italiane, equivalente a “colto”, sostanzialmente un diploma di maturità).

Il “maskil” deve possedere piena conoscenza della lingua ebraica, scritta e parlata, deve sapersi orientare senza ostacoli nella comprensione di tutta la Bibbia, ha esperienza di letteratura esegetica tradizionale, conosce le principali tappe della storia ebraica, ha studiato numerosi trattati di Mishnà e pagine di Talmud, ha studiato le principali regole dei due primi volumi dello Shulchan Arukh e del diritto matrimoniale.

Il “corso superiore” dura quattro anni; forma specialmente nelle discipline rabbiniche, con attenzione, sempre più crescente negli ultimi anni, al Talmud e ai Posqim. Si associano studi approfonditi e monografici di materie come la Bibbia, l’esegesi, il pensiero, la storia, la letteratura. Al termine del corso si consegue, con l’esame finale (che comprende anche risposte scritte a quesiti rituali) e discussione di tesi, il titolo di “Chakham” (sapiente). Secondo gli ultimi ordinamenti, agli studenti viene chiesto di integrare gli studi locali con periodi di soggiorni all’estero in istituti rabbinici accreditati e prestigiosi.

La laurea rabbinica rilasciata dal Collegio Rabbinico Italiano è riconosciuta dallo Stato italiano (art. 13 legge 8/3/89 n.101).


Collegio Rabbinico Italiano

in: | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il Collegio Rabbinico Italiano (Beth haMidrash larabbanim haitalqi) è la scuola che ha per compito principale la formazione di rabbini e di insegnanti di materie ebraiche. A questo compito istituzionale si associa quello di polo di diffusione della cultura ebraica tradizionale in Italia.

L’Istituto mantiene il nome tradizionale di “Collegio” perchè fino ad un passato recente ospitava, in strutture collegiali, studenti di varie sedi. L’attuale struttura del Collegio Rabbinico Italiano comprende tre settori distinti: la Scuola Rabbinica, il Corso di Laurea in Studi Ebraici ed il Seminario Davide Almagià.

Collegio Rabbinico Italiano

Direttore: Rav Riccardo Shemuel Di Segni, Coordinatore: Rav Gianfranco David Di Segni

Indirizzo: Lungotevere Sanzio, 14 – 00153 Roma
Telefono: 0645542498 – Fax: 065809196