1563580800<=1347580800
1563580800<=1348185600
1563580800<=1348790400
1563580800<=1349395200
1563580800<=1350000000
1563580800<=1350604800
1563580800<=1351209600
1563580800<=1351814400
1563580800<=1352419200
1563580800<=1353024000
1563580800<=1353628800
1563580800<=1354233600
1563580800<=1354838400
1563580800<=1355443200
1563580800<=1356048000
1563580800<=1356652800
1563580800<=1357257600
1563580800<=1357862400
1563580800<=1358467200
1563580800<=1359072000
1563580800<=1359676800
1563580800<=1360281600
1563580800<=1360886400
1563580800<=1361491200
1563580800<=1362096000
1563580800<=1362700800
1563580800<=1363305600
1563580800<=1363910400
1563580800<=1364515200
1563580800<=1365120000
1563580800<=1365724800
1563580800<=1303171200
1563580800<=1366934400
1563580800<=1367539200
1563580800<=1368144000
1563580800<=1368748800
1563580800<=1369353600
1563580800<=1369958400
1563580800<=1370563200
1563580800<=1371168000
1563580800<=1371772800
1563580800<=1372377600
1563580800<=1372982400
1563580800<=1373587200
1563580800<=1374192000
1563580800<=1374796800
1563580800<=1375401600
1563580800<=1376006400
1563580800<=1376611200
1563580800<=1377216000
1563580800<=1377820800
1563580800<=1378425600

Per l’Ue gli attacchi di Hamas sono inaccettabili

in: Politica Internazionale | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

La risposta di Israele sia proporzionata

L’Ue definisce “inaccettabili” gli attacchi di Hamas contro Israele e chiede allo Stato ebraico che “la risposta sia proporzionata“. “Sono profondamente preoccupata per l’escalation della violenza in Israele e nella Striscia di Gaza – dice in una nota l’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune europea, Catherine Ashtone deploro la perdita di vite civili da entrambe le parti“. Leggi tutto l’articolo


Caduto in mare razzo lanciato da Gaza contro Tel Aviv

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Gli italiani che abitano in Israele raccontano la guerra su Facebook

Per il secondo giorno consecutivo Tel Aviv è stata raggiunta da un razzo lanciato dalla Striscia di Gaza, 60 chilometri più a sud, ma anche stavolta il Fajr 5 di fabbricazione iraniana è finito in mare. “Riteniamo che sia caduto di fronte alla spiaggia”, ha riferito Micky Rosenfeld, portavoce della Polizia Nazionale.

Testimoni oculari hanno dichiarato che il razzo si è inabissato “a circa 200 metri” dall’ambasciata degli Stati Uniti, che si trova sul lungomare, scatenando il panico tra i bagnanti, abbastanza numerosi malgrado l’autunno avanzato. Giovedì il primo razzo era finito nelle acque antistanti Giaffa, la città-gemella che si estende a sud-ovest del centro di Tel Aviv. (AGI) Leggi tutto l’articolo


Chi si preoccupa di difende i diritti umani degli israeliani? Nessuno

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il vergognoso silenzio dell’UNHCR

”L’Alto Commissariato per i diritti umani è diventato muto?”. Ad avanzare la domanda è il portavoce del ministero degli Esteri israeliano Ygal Palmor, ricordando che ”dall’inizio del 2012 più di 800 razzi sono stati sparati dall’area controllata da Hamas sulle città israeliane, più di 200 solo dall’ultimo fine settimana’.

Palmor – che stamattina a partire dalle 10.30 israeliane ha risposto alle domande dei navigatori di Twitter nell’ambito di quella che appare un’offensiva mediatica condotta attraverso i social network dalla diplomazia israeliana per difendere il proprio punto di vista sull’operazione militare in corso sulla Striscia di Gaza – ha ricordato che ”le vite di un milione di israeliani sono sotto minaccia e la vita di ogni giorno nel sud di Israele è stata violentemente interrotta. Leggi tutto l’articolo


Nessuno può accettare la violenza di Hamas e Israele non l’accetterà

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il comunicato dell’ambasciata di Israele a Roma: “Il Popolo palestinese non è nostro nemico, Hamas e le altre organizzazioni terroristiche lo sono”.

Questa mattina tre civili israeliani sono stati uccisi e altri, tra cui anche dei bambini, sono rimasti feriti in seguito ad un lancio di missili di Hamas, partiti da Gaza, che hanno colpito un palazzo nella città di Kiryat Malachi.

In questi giorni Hamas e altre organizzazioni terroristiche hanno intensificato i loro attacchi contro innocenti civili israeliani. 150 missili e 300 razzi sono stati lanciati contro città israeliane rendendo la vita di un milione di cittadini israeliani, inclusi centinaia di migliaia di bambini, insopportabile: devono vivere in rifugi o stare nelle loro vicinanze.

Nessun paese potrebbe accettare tutto questo e Israele non accetterà una situazione in cui i suoi cittadini vengono minacciati dal terrore dei missili. Leggi tutto l’articolo


Israele andrà avanti fino a quando Hamas capirà

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Lo spiega l’ambasciatore israeliano a Roma, Naor Gilon

Israele è deciso ad andare avanti nell’offensiva su Gaza fino a quando Hamas non capirà che un livello di lanci di razzi contro il territorio israeliano come quello degli ultimi mesi è inaccettabile. Lo ha detto oggi l’ambasciatore dello Stato ebraico a Roma, Naor Gilon.

”L’obiettivo è rendere chiaro all’altra parte che così non si può andare avanti, speriamo che capiscano presto, se no dovremo agire più a lungo e più in profondità”, ha avvertito Gilon. Leggi tutto l’articolo


Israele ha diritto a difendersi

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Azione militare per fermare il lancio di missili di Hamas

E’ iniziata ieri sera – dopo i continui colpi sparati nelle ultime settimane dalla Striscia di Gaza contro le città israeliane – l’operazione militare contro Hamas che ha avuto come primo obiettivo il comandante dell’ala militare del movimento islamico, Ahmed Jaabari.

L’operazione ‘Colonna di nuvola’ cercherà di bloccare il lancio di missili di Hamas che sta colpendo con centinaia di razzi Grad e Qassam le città sul sud di Israele, quelle più vicine alla Striscia: Ashqelon, Beer Sheva e Ashdod, più altre località più piccole.

Nel sud di Israele, fino a 40 chilometri da Gaza, le scuole sono chiuse e la popolazione civile vive nell’ansia e nella preoccupazione, costretta a vivere nei rifugi.

Esercito ed aviazione israeliana stanno effettuato numerosi raid nella striscia di Gaza contro infrastrutture di Hamas e contro cellule impegnate nel lancio di razzi, colpendo centinaia di obiettivi. Leggi tutto l’articolo


La guerra dimenticata contro Israele

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Alta tensione nel nord e nel sud del Paese, dopo i lanci di missili di Hamas da Gaza e dalla Siria

Da giorni Israele è in una morsa con i suoi nemici che, dopo un breve periodo di tregua, hanno ripreso a lanciare razzi contro obiettivi civili e militari israeliani.

Innanzitutto sul Golan – dopo che da quasi 40 anni, dalla Guerra del Kippur nel 1973 non si registravano scontri – sono caduti una decina di missili parati dal territorio siriano. Immediata è stata la risposta di Israele che hanno sparato un solo colpo di avvertimento che è bastato, per ora, a fermare ogni successiva azione. «Li abbiamo appositamente mancati», ha spiegato il portavoce dell’Idf, annunciando che Israele risponderà «a ogni altra attività ostile» e che «i colpi che arrivano dalla Siria non saranno tollerati e la risposta sarà dura, questi incidenti rappresentano una pericolosa escalation che potrebbe avere implicazioni importanti per la stabilità della regione». Le autorità israeliano stanno «monitorando attentamente quanto avviene al confine con la Siria e siamo pronti a qualsiasi dispiegamento». Leggi tutto l’articolo


La fissazione turca, un ossessivo odio contro Israele

in: Medioriente | di: Fiamma Nirenstein

Nessun Commento

L’irrazionale richiesta della giustizia di Ankara che accusa i comandanti israeliani di crimini di guerra per aver fermato la nave Mavi Marmara. Anche una Commissione Onu l’ha riconosciuto: Israele ha agito nel pieno diritto

Nadav Ben Yehuda, 24 anni, ormai ce l’aveva fatta: il sogno di una vita, toccare la vetta dell’Everest era a portata di mano, solo 250 metri e sarebbe arrivato a quota 8848 metri, l’altezza della montagna più alta del mondo.

Ma fu allora, nel pieno dell’ultimo slancio, che vide da lontano Eldan Irmak, un alpinista turco quarantaseienne incontrato per caso tre settimane prima.

Lo vide buttato per terra, quasi non respirava: Ben Yehuda (mi pare che non ci sia bisogno di specificarne la nazionalità, visto il nome!) decise di lasciare l’Everest pur di salvare una vita. Leggi tutto l’articolo


Mavi Marmara: iniziato oggi ad Istanbul il processo a militari israeliani

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Si è aperto oggi a Istanbul il processo davanti alla giustizia turca a quattro alti ufficiali israeliani sotto accusa per l’assalto – che provocò la morte di nove cittadini turchi – nel 2010 al largo delle coste dello stato ebraico della nave Mavi Marmara, che cercava di rompere illegalmente il blocco di Gaza.

La procura speciale di Istanbul chiede che siano condannati all’ergastolo tre generali e un ammiraglio israeliani, assenti in aula, che sono: l’allora capo di stato maggiore Gabi Ashkenazi, il comandante delle forze navali Eliezer Marom, i capi dell’intelligence dell’esercito, Amos Yadlinm, e delle forze aeree, Avishai Levi. Israele ha escluso una loro estradizione. Leggi tutto l’articolo


Il premier turco Erdogan vuole andare a Gaza

in: Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Un gesto certamente non distensivo nei rapporti israelo-turchi

Mentre rimangono gelidi i rapporti fra Turchia e Israele, ridotti al minimo in seguito all’assalto nel 2010 da parte delle teste di cuoio di Gerusalemme della nave di attivisti pro-palestinesi Mavi Marmara che causò la morte di 9 cittadini turchi, il premier di Ankara Recep Tayyip Erdogan ha annunciato di volere visitare la striscia di Gaza riferisce oggi la stampa turca.

Erdogan ha detto ai cronisti rientrando da una visita in Germania di volere fare ”presto” una visita nel territorio palestinese controllato da Hamas e di avere dato incarico ai diplomatici di Ankara di prendere contatti in tal senso con le autorita’ di Gaza. Leggi tutto l’articolo