1558656000<=1347580800
1558656000<=1348185600
1558656000<=1348790400
1558656000<=1349395200
1558656000<=1350000000
1558656000<=1350604800
1558656000<=1351209600
1558656000<=1351814400
1558656000<=1352419200
1558656000<=1353024000
1558656000<=1353628800
1558656000<=1354233600
1558656000<=1354838400
1558656000<=1355443200
1558656000<=1356048000
1558656000<=1356652800
1558656000<=1357257600
1558656000<=1357862400
1558656000<=1358467200
1558656000<=1359072000
1558656000<=1359676800
1558656000<=1360281600
1558656000<=1360886400
1558656000<=1361491200
1558656000<=1362096000
1558656000<=1362700800
1558656000<=1363305600
1558656000<=1363910400
1558656000<=1364515200
1558656000<=1365120000
1558656000<=1365724800
1558656000<=1303171200
1558656000<=1366934400
1558656000<=1367539200
1558656000<=1368144000
1558656000<=1368748800
1558656000<=1369353600
1558656000<=1369958400
1558656000<=1370563200
1558656000<=1371168000
1558656000<=1371772800
1558656000<=1372377600
1558656000<=1372982400
1558656000<=1373587200
1558656000<=1374192000
1558656000<=1374796800
1558656000<=1375401600
1558656000<=1376006400
1558656000<=1376611200
1558656000<=1377216000
1558656000<=1377820800
1558656000<=1378425600

Gaza: La Flottiglia arriva in aereo. Allarme al Ben Gurion

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Per eludere il blocco israeliano via mare, gli attivisti filo-palestinesi della Freedom Flotilla vogliono arrivare a Gaza passando per Israele. Attivisti che arriveranno all’aeroporto internazionale Ben-Gurion di Tel Aviv per raggiungere la Striscia con intenzioni che definiscono “assolutamente pacifiche“. Lo Stato ebraico sta dispiegando centinaia di poliziotti (metà sono francesi) per rinforzare lo scalo ed evitare possibili disordini.

Alcuni attivisti sono già entrati in Israele, ma “per non creare frizioni” sono stati lasciati passare, eccezion fatta per cinque francesi e belgi, che sono stati bloccati dopo l’arrivo. Secondo il quotidiano Haaretz, il ministero dei Trasporti ha chiesto alle compagnie aeree di presentare le liste dei passeggeri due giorni prima della partenza. Leggi tutto l’articolo


Lieberman: “I partecipanti alla Flottiglia sono terroristi che vogliono provocare, alla ricerca di sangue”

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

I partecipanti alla Flottiglia sono “dei terroristi che vogliono provocare, alla ricerca di sangue“.

L’ha detto il ministro degli Esteri israeliano, Avigdor Lieberman, sottolineando che lo Stato ebraco intende “affrontare la Flottiglia in modo adeguato“.

Lieberman che ha rilasciato questa dichiarazione a radio Israele:

“A seguito della nostra attività diplomatica, il numero delle barche, la loro grandezza e il numero dei partecipanti è diventato meno imponente la maggioranza di quelli che inizialmente avevano pensato di unirsi alla Flottiglia sono stati convinti dalle nostre argomentazioni sulla situazione umanitaria a Gaza. Hanno compreso che chi vuole aiutare può farlo seguendo vie legali”.

Israele ha annunciato che non concederà l’autorizzazione alle Flottiglia di entrare nel porto di Gaza, ma di deviarla in quello di Ashdod, dove verrà sequestrato il carico a bordo.


Flottiglia: Israele si prepara

in: Israele | Scritto da: Redazione

Un Commento

Il governo israeliano si è riunito stamani a Gerusalemme per decidere come bloccare la Flottiglia 2 che vorrà raggiungere la Striscia di Gaza nei prossimi giorni.

Flottiglia 2 che salperà dalla Grecia con a bordo i militanti di 22 paesi.

La radio militare dello Stato ebraico ha fatto sapere che:

“Ieri, i ministri hanno deciso di non autorizzare le navi a gettare l’ancora a Gaza, anche se saranno autorizzati a scaricare il loro carico a Ashdod (porto israeliano) o nel porto egiziano di El Arish. Se non sarà trovata alcuna arma o munizione, il carico sarà trasferito per intero a Gaza”. Leggi tutto l’articolo


Farnesina: “La Flottiglia è una provocazione”

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

La Farnesina sconsiglia la partecipazione alla “Freedom Flottilla 2“, etichettandola come una “provocazione” che aumenta la tensione in Medio Oriente.

Il portavoce del ministero degli Esteri, Maurizio Massari, ha evidenziato “gli obiettivi rischi che i nostri connazionali affrontano nel caso intendessero recarsi via mare verso la Striscia di Gaza, trattandosi di una iniziativa in contrasto con la vigente normativa israeliana nonché sottolineando la difficoltà a fornire adeguata assistenza consolare“, ritenendo queste iniziative “dannose alla ripresa del processo di pace, obiettivo sempre più urgente e prioritario per la comunità internazionale“. Leggi tutto l’articolo


Shalit: l’appello di Alemanno in Camidoglio

in: Eventi | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

1826 i palloncini gialli sono stati lanciati in aria questa mattina in piazza del Campidoglio. 1826 come i giorni di prigionia di Gilad Shalit, il soldato israeliano rapito al confine con la Striscia di Gaza il 25 giugno 2006.

Il presidente della nostra Comunità, Riccardo Pacifici, e il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, hanno partecipato alla manifestazione per puntare i riflettori sulla vicenda del militare dello Stato ebraico.

Alemanno che oggi ha chiesto ai sindaci delle Capitali europee e dei comuni italiani di conferire la cittadinanza onoraria a Shalit. Leggi tutto l’articolo


Shalit: Ong israeliane e palestinesi lanciano appello comune

in: Blog/News | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Un nutrito gruppo di Ong israeliane e palestinesi hanno firmato un appello comune per porre fine al trattamento “inumano” riservato a Gilad Shalit, il soldato dello Stato ebraico, di cui domani ricorre il quinto anniversario del rapimento.

Appello sottoscritto, fra gli altri, dall’israeliana B’Tselem, dal Centro palestinese per i diritti umani, da Amnesty International e dallo Human Rights Watch.

Pur con posizioni diverse, queste associazioni chiedono ad Hamas di far comunicare Shalit con la sua famiglia.

Nel documento, scritto in ebraico, arabo e inglese, si legge che “le autorità di Hamas a Gaza devono immediatamente mettere fine al trattamento crudele ed inumano a cui è sottoposto Gilad Shalit“.


Shalit, Hamas risponde alla Croce Rossa: “Non lasciatevi coinvolgere”

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Un Commento

Hamas risponde per le rime al Comitato della Croce Rossa Internazionale, che in un comunicato aveva chiesto la prova che Gilad Shalit fosse ancora vivo.

La Croce Rossa non deve lasciarsi coinvolgere negli stratagemmi dei servizi segreti d’Israele, finalizzati ad arrivare a Shalit“, ha detto un portavoce del gruppo islamico-radicale, Sami Abu Zouhri, il quale aggiunge che l’organizzazione assistenziale “dovrebbe piuttosto assumere una posizione che conduca alla fine delle sofferenze dei prigionieri palestinesi“.

Non sappiamo nulla delle sue condizioni di detenzione“, ha affermato Jean-Pierre Schaerer, responsabile della delegazione della Croce Rossa per Israele, la Striscia di Gaza e la Cisgiordania. Leggi tutto l’articolo


Shalit, Haaretz: il 63% degli israeliani è favorevole a uno scambio con i prigionieri

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Più della metà degli israeliani (63%) si è espressa in maniera favorevole a uno scambio di prigionieri per far tornare in patria Gilad Shalit, il militare dello Stato ebraico rapito cinque anni al confine con la Striscia di Gaza.

A rivelarlo è un sondaggio condotto dalla società di Rafi Smith e riportato sul quotidiano Haaretz.

Nello specifico lo scambio prevederebbe il rilascio di 450 terroristi, che si sono macchiati di reati di sangue più altri 550 detenuti per reati minori. Rilascio che vede il favore di donne, laici e dei votanti per Kadima e per la sinistra israeliana e il parere contrario di ortodossi e sostenitori della destra. Leggi tutto l’articolo


Gaza: “La Flottiglia sarà fermata”

in: Israele | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

La Flottiglia su sui saliranno organizzazioni filo-palestinesi per il blocco navale di Gaza, sarà fermata in alto mare.

L’ha detto ammiraglio dello Stato ebraico Eliezer Marom, secondo cui dietro il presunto stampo umanitario si cela “un odio” verso Israele.

Quella missione ha per scopo un confronto con i militari israeliani. Si cerca una provocazione di carattere mediatico per creare un’atmosfera di delegittimazione di Israele” ha affermato ieri Marom, in una cerimonia nel porto di Haifa. Leggi tutto l’articolo


Israele: nuove misure per la flottiglia bis

in: Israele, Medioriente | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

A un anno dall’abbordaggio del traghetto turco Mavi Marmara, Israele si prepara a fronteggiare una nuova flottiglia di attivisti filo-palestinesi, che hanno l’intenzione di risfidare il blocco navale della Striscia di Gaza.

Lo Stato ebraico sta lanciando appelli per impedire la spedizione. Spedizione che non recederà anche dopo la riapertura del valico di Rafah che unisce Egitto e la Striscia. Leggi tutto l’articolo