1513382400<=1347580800
1513382400<=1348185600
1513382400<=1348790400
1513382400<=1349395200
1513382400<=1350000000
1513382400<=1350604800
1513382400<=1351209600
1513382400<=1351814400
1513382400<=1352419200
1513382400<=1353024000
1513382400<=1353628800
1513382400<=1354233600
1513382400<=1354838400
1513382400<=1355443200
1513382400<=1356048000
1513382400<=1356652800
1513382400<=1357257600
1513382400<=1357862400
1513382400<=1358467200
1513382400<=1359072000
1513382400<=1359676800
1513382400<=1360281600
1513382400<=1360886400
1513382400<=1361491200
1513382400<=1362096000
1513382400<=1362700800
1513382400<=1363305600
1513382400<=1363910400
1513382400<=1364515200
1513382400<=1365120000
1513382400<=1365724800
1513382400<=1303171200
1513382400<=1366934400
1513382400<=1367539200
1513382400<=1368144000
1513382400<=1368748800
1513382400<=1369353600
1513382400<=1369958400
1513382400<=1370563200
1513382400<=1371168000
1513382400<=1371772800
1513382400<=1372377600
1513382400<=1372982400
1513382400<=1373587200
1513382400<=1374192000
1513382400<=1374796800
1513382400<=1375401600
1513382400<=1376006400
1513382400<=1376611200
1513382400<=1377216000
1513382400<=1377820800
1513382400<=1378425600

Wojtyla: Nessuno ha fatto tanto per gli ebrei

in: Ebraismo | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Nessun Pontefice prima di Giovanni Paolo II ha stretto rapporti tanto intensi con il mondo ebraico. L’ha detto in un’intervista all’Osservatore Romano, Jack Bemporad, il rabbino che ha guidato le Comunità ebraiche in Texas, California e New Jersey.

Riguardo il viaggio di Wojtyla a Gerusalemme, il rabbino ricorda “l’immagine di un Papa fragile, che senza aiuto camminava lentamente verso il Muro per inserirvi la bellissima preghiera di perdono e riconciliazione, abbia colpito indelebilmente i cuori degli ebrei, non solo di quelli di Israele ma degli ebrei di tutto il mondo”. Leggi tutto l’articolo


Bar e Bat Mizvà

in: | Scritto da: Redazione

Nessun Commento

Il giovane ebreo che raggiunge l’età di 13 anni in data ebraica, assume la responsabilità dell’osservanza delle mizvot e si chiama appunto per questo Bar Mizvà (letteralmente figlio del precetto, cioè obbligato all’esecuzione dei precetti).

Alla cerimonia del Bar Mizvà saranno ammessi soltanto coloro che, dopo aver sostenuto un esame alla presenza del Rabbino Capo o di un altro Rabbino da lui delegato, avranno dimostrato di essere seriamente preparati sul programma richiesto.

Indipendentemente da questo, l’obbligo di mettere in pratica le mizvot diviene fattuale con il compimento del tredicesimo anno. L’Ufficio Rabbinico, che dovrà essere contattato con ampio preavviso, è a disposizione per dare le indicazioni per la preparazione agli esami e alla cerimonia. La cerimonia del Bar Mizvà, se rimandata per motivi gravi, non può essere celebrata di Shabbat Teshuvà né nelle settimane fra il 17 Tamuz e il 9 di Av.

Per le ragazze l’obbligo di osservare le mizvot inizia a 12 anni compiuti; anche le ragazze debbono arrivare alla cerimonia del Bat Mizvà con un’adeguata preparazione, sostenendo un esame analogo a quello dei ragazzi. La donna è tenuta ad osservare le mizvot con un impegno non inferiore a quello dell’uomo.

Clicca qui per visualizzare il programma d’esame.